SALUTE. Emergenza Rifiuti, MDC Campania: al via primi giudizi collettivi per risarcimento danni

Prosegue la campagna per la richiesta in via giudiziale del risarcimento dei danni ingiustamente subiti da tutti coloro che abbiano risieduto e\o risiedano in uno dei comuni coinvolti nella cosiddetta "Emergenza Rifiuti", lanciata lo scorso 4 gennaio dal Movimento Difesa del Cittadino (MDC). Infatti, le adesioni all’iniziativa sono state raccolte e continuano ad essere sottoscritte, presso la sede del Coordinamento Regionale MDC di San Giorgio a Cremano alla via Buongiovanni n° 59. Per l’adesione, inoltre, è possibile rivolgersi presso ogni sede MDC della regione.

"Dopo un lavoro non semplice di raccolta mandati e soprattutto di completamento della documentazione e delle informazioni necessarie per ogni singolo aderente, abbiamo notificato le prime citazioni relativamente ad una quarantina di cittadini – ha dichiarato Eugenio Diffidenti, Coordinatore Regionale MDC, che ha aggiunto: "Nei prossimi giorni partiranno altri due gruppi per un ulteriore ottantina circa di utenti". Le azioni giudiziarie sono proposte contro il Comune di residenza, la Regione Campania ed il Commissariato "ad acta".

Secondo Coordinatore Regionale MDC "i comuni, che per molti aspetti hanno subito la disastrosa gestione commissariale, nel costituirsi nei giudizi possano, a loro volta, richiedere il risarcimento dei propri danni sia nei confronti della Regione e sia del Commissariato "ad acta". Sempre secondo l’avv. Eugenio Diffidenti, "i Comuni e per essi le società a cui il servizio di raccolta dei rifiuti è appaltato, dovrebbero porre maggiore attenzione nell’organizzare e sorvegliare sulla effettiva realizzazione della raccolta differenziata, sfruttando anche i fondi messi a disposizione di recente dalla Regione al fine di organizzare corsi per informare il cittadino sulle metodologie della corretta differenziazione".

L’adesione all’iniziativa giudiziaria per richiedere i danni per "l’Emergenza Rifiuti" prevede il versamento di 15,00 euro (calcolato su una base di trenta sottoscrittori), e comprende anche l’iscrizione all’associazione.

Comments are closed.