SALUTE. 173 milioni di cittadini usufruiscono della Carta europea d’assicurazione dalle malattie

Attualmente 173 milioni di cittadini europei sono in possesso di una Carta europea di assicurazione dalle malattie. Da 4 anni gli abitanti di 31 paesi europei, i 27 che fanno parte dell’Ue più Norvegia, Islanda, Liechtenstein e Svizzera, possono beneficiare delle cure mediche di cui hanno bisogno in caso di malattia o di incidente nel momento in cui si trovano in uno di questi Paesi. L’Italia è al secondo posto nella classifica di diffusione della Carta: con il 97% della popolazione che ne possiede una si posiziona dopo il Liechtenstein e prima dell’Austria.

La Carta semplifica le procedure e riduce le formalità amministrative per i cittadini in difficoltà durante un soggiorno all’estero. Il modello della Carta è identico per tutti i Paesi ed è facilmente riconoscibile dal personale medico, anche se questo non parla la stessa lingua del paziente. La Carta è gratuita, ma bisogna essere inscritti ad un regime di assicurazione dalle malattie di uno degli Stati interessati.

Il paziente titolare della Carta ha diritto a pagare lo stesso prezzo per la prestazione medica di quello che paga il paziente locale, ma il costo del suo trattamento sarà integralmente o parzialmente coperto dal sistema di assicurazione medica del suo Paese d’origine. Tuttavia la Carta può essere utilizzata soltanto per la prestazione di cure sanitarie del regime pubblico e non rimpiazza le assicurazioni supplementarie per i viaggi.

"Come l’euro – ha spiegato Vladimir Spidla, Commissario Ue responsabile del lavoro e degli affari sociali – la Carta europea di assicurazione dalle malattie è un piccolo pezzo di Europa che i cittadini portano con loro. La Carta procura una tranquillità di spirito a milioni di cittadini che si spostano all’estero, per vacanze, per lavoro o per studio".

Per maggiori informazioni cliccare qui

Comments are closed.