SALUTE. 24 settembre, Giornata Mondiale per il Cuore

Con lo slogan «Mantieni giovane il tuo cuore» domenica 24 settembre, in occasione della Giornata Mondiale per il Cuore, saranno aperti al pubblico i reparti di Cardiologia di oltre 230 ospedali italiani. In questa giornata, organizzata dall’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri (ANMCO) oltre mille fra medici e infermieri spiegheranno ai cittadini come mantenere giovane il muscolo cardiaco e come prevenire le malattie cardiovascolari, che da sole sono causa di metà di tutti i decessi in Italia. Ogni Centro, spiega l’ANMCO in una nota, avrà un proprio programma di iniziative: dalla distribuzione di opuscoli informativi al colloquio con i cardiologi, dal calcolo del proprio rischio cardiovascolare attraverso la valutazione di età, colesterolo, pressione e glicemia all’esecuzione dell’ elettrocardiogramma per valutare la salute del cuore. Le patologie cardiovascolari, spiegano gli esperti, sono tuttora la prima causa di morte nel mondo occidentale, con oltre 17 milioni di vittime l’anno.

Purtroppo i pazienti ignorano spesso il proprio livello di rischio cardiovascolare: fra i 35 e i 70 anni, un italiano su tre soffre di ipertensione e uno su cinque ha la pressione al limite, ma solo la metà di loro lo sa. E con l’avanzare dell’età i problemi non possono che aggravarsi: «Quanto più è stata protratta l’esposizione ai fattori di rischio – spiega Francesco Chiarella, presidente ANMCO – in primis fumo, ipertensione arteriosa, dislipidemia, diabete, tanto più il cuore presenta segni di malattia che si aggiungono alla minore elasticità propria dell’età avanzata. Il processo di invecchiamento è fisiologico, ma può essere rallentato: il cuore è un muscolo e come tale, se ben allenato, può mantenersi sano e in forma molto a lungo».

Tra i consigli per mantenere il cuore in forma c’è ad esempio quello di evitare la sedentarietà: il 40% degli italiani non fa abbastanza movimento, quando invece un’attività fisica regolare è il modo più semplice per contrastare l’ invecchiamento di cuore e vasi. Secondo gli esperti un’ora di corsa alla settimana riduce del 42% il rischio di malattie cardiovascolari; mezz’ora quotidiana di camminata a passo svelto diminuisce il pericolo del 18%. Ma basta anche andare al lavoro a piedi, salire le scale anzichè prendere l’ascensore o fare 5 minuti di ginnastica da camera al mattino per tenere in allenamento il muscolo-cuore e aumentare il dispendio energetico.

Comments are closed.