SALUTE. 2mila chiamate nel primo giorno del Servizio di Informazione per vincere il caldo

Quasi 2mila telefonate per il Servizio di Informazione 1500 "Estate sicura 2008. Vincere il caldo", attivato dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali nel giorno che ha registrato temperature record in 11 città italiane. Nel suo primo giorno di funzionamento il Servizio ha ricevuto chiamate soprattutto da persone preoccupate per il caldo eccessivo, interessate ai consigli utili e alle previsioni sulle ondate di calore, ai servizi sul territorio (74%), in alcuni casi anziani soli con il desiderio di condividere il disagio oppure mamme impensierite per i loro bambini piccoli (14%), ma anche cittadini in salute con la pressione bassa e quindi soggetti a svenimenti dovuti al caldo e persone affette da patologie cardiache (14%). Il 40% delle chiamate ha riguardato cittadini con più di 70 anni di età. Le 3 Regioni da cui sono giunte la maggior parte delle telefonate sono state Lombardia (17%), Campania (16%) e Lazio (13%).

"L’attivazione immediata del numero verde 1500 è avvenuta nella piena consapevolezza che il Ministero deve essere anche punto di riferimento diretto per i tanti cittadini che vivono una situazione di particolare sofferenza legata alle temperature tropicali". E’ quanto ha spiegato in una nota il Sottosegretario alla Salute Francesca Martini. "In particolare ci tengo a sottolineare – ha affermato Martini – che il calore spesso comporta complicanze nelle molte situazioni di fragilità sanitaria presenti in tutto il Paese. E’ il raccordo tra il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali, nelle sue competenze sanitarie, con le molteplici iniziative delle Regioni italiane che testimonia nei fatti la prossimità dell’istituzione alla popolazione. Ringrazio le ottime strutture facenti capo al Ministero che hanno saputo cogliere l’urgenza dell’implementazione di questo servizio alla luce della particolare situazione meteorologica. Invito, infine – ha concluso il Sottosegretario alla Salute – tutti i cittadini a una sforzo di solidarietà verso i più fragili e i più soli, alle persone vicine in particolare ai malati, bambini ed anziani".

Comments are closed.