SALUTE. Abbronzatura perfetta, al Cnr pensano ad un algoritmo

Un algoritmo per l’abbronzatura perfetta? Ci stanno lavorando al Cnr: la formula terrebbe conto, rispetto alle normali abitudini di vita, di alcuni parametri variabili quali l’indice giornaliero Uv medio del luogo di residenza, il fototipo che varia da 1 a 6 (dal meno al più sensibile alle scottature), il tempo di autoprotezione di ciascuno (da 10 minuti del fototipo 1 a 90 del fototipo 6), le variazioni rispetto alle abitudini, al lavoro, al vestiario abituale e all’utilizzo dei mezzi di protezione. In attesa che l’algoritmo ci aiuterà a capire in che modo dilapidiamo la nostra ‘dote’ di protezione naturale con comportamenti sbagliati, dal Cnr consigliano di proteggere, sin dalla prima esposizione, la pelle con il solare giusto: la capacità schermante di questi prodotti è indicata da un numero preceduto dalla sigla Fp (fattore di protezione) o ‘Ip’ (indice di protezione). Il fattore è espresso in livelli: basso, alto, molto alto; è stata vietata la dizione ‘schermo totale’ perché induceva un ingannevole senso di sicurezza.

Comments are closed.