SALUTE. Adiconsum Verona e fisioterapisti: insieme contro l’abusivismo in riabilitazione

Abusivismo in riabilitazione: un fenomeno che riguarda sempre più da vicino i cittadini. Per fare il punto su tutto questo, ascoltando la voce dei pazienti vittime dell’abusivismo, dei professionisti e delle autorità, Adiconsum Verona e Spif (Sindacato professionale italiano fisioterapisti) organizzano sabato prossimo a Verona il convegno "Contro l’abusivismo in riabilitazione. È a rischio la salute dei veronesi?", al quale interverranno rappresentanti dell’associazione delle vittime abusivismo in riabilitazione, del Sindacato dei fisioterapisti, della Consulta bioetica, della Polizia locale e di Adiconsum.

Lo spunto è offerto dall’attualità. Qualche settimana fa un centro massaggi abusivo è stato scoperto nel veronese: gestiva senza titoli professionali né autorizzazioni diversi tipi di massaggi che venivano pubblicizzati anche sui giornali gratuiti e online. "L’abusivismo in riabilitazione è un fenomeno di rilevanza nazionale – ha detto Simone Patuzzo, vice presidente nazionale del Sindacato italiano fisioterapisti – che comporta gravi rischi per la salute dei cittadini".

"Per diffondere la cultura della legalità e tutelare la salute dei veronesi diverse associazioni tra cui Adiconsum, Anvar, Sindacato Professionale Italiano Fisioterapisti, Consulta Nazionale di Bioetica, Comitato Etico Fisioterapisti, organizzano un convegno per dare voce alle osservazioni dei pazienti vittime dell’abusivismo, dei professionisti, delle Autorità e degli altri soggetti preposti alla vigilanza e alla tutela della salute": questo il "lancio" con il quale Davide Cecchinato, Segretario generale Adiconsum Verona, annuncia il convegno. L’iniziativa, ha detto il presidente nazionale Spif Antonio Cartisano,"rientra in una serie di iniziative condotte a livello nazionale per la tutela dei diritti soggettivi dei singoli professionisti, nonché, ed in via del tutto prioritaria, del diritto alla salute ed all’integrità fisica dei pazienti".

Comments are closed.