SALUTE. Aduc lamenta lo stato della sanità nel Lazio

All’ospedale Sant’Eugenio di Roma 11 ostetriche su 14 sono ammalate. È la denuncia dell’Aduc, l’Associazione per i diritti degli utenti e dei consumatori, che lamenta lo stato della Sanità regionale. "Ci deve essere stata una vera e propria epidemia improvvisa se 11 ostetriche su 14, nell’ospedale Sant’Eugenio di Roma, si sono ammalate- afferma l’associazione in una nota stampa – Il direttore sanitario dell’ospedale, Antonio Paone, ricorre ai carabinieri per "chiarire" la situazione. Ci chiediamo a cosa serve un direttore se per un problema di assenze ricorre alla forze dell’ordine. Insomma per ogni problema la soluzione sembra il ricorso alla magistratura, il che è piuttosto anomalo".

"Al di là delle epidemie improvvise, rimane irrisolto il problema della direzione delle Asl, cioè delle nomine politiche dei direttori – continua l’associazione – Che le scelte siano fatte con un occhio attento all’appartenenza politica, in altri termini dicasi lottizzazione, è ormai cosa scritta anche sui muri e che questo comporti disservizi per l’utente è altrettanto noto. Dunque la responsabilità è in prima istanza politica, cioè del governo della regione, dell’assessore alla sanità in primo luogo ma anche di assessori che si dovrebbero occupare di tutela dei consumatori e degli utenti. Su questo fronte tutto tace".

Comments are closed.