SALUTE. Al via in Messico Conferenza Internazionale Aids

Azione Universale Adesso. E’ questo lo slogan della XVII Conferenza Internazionale sull’AIDS che si è aperta ieri a Città di Messico, la prima in un paese dell’America latina, e si chiuderà l’8 agosto. Centro del dibattito saranno principalmente tre questioni: la scienza, la comunità delle persone che vivono con l’HIV (PLHIV) e la leadership politica. Lo riferisce la Lega Italiana per Lotta contro l’AIDS (Lila) in una nota.

La Conferenza è organizzata dalla IAS (International AIDS Society) in collaborazione di partners locali quali il Governo Federale Messicano, il Distretto federale di Città di Messico, la comunità scientifica messicana e la comunità delle persone che vivono con l’HIV (PLHIV) e internazionali quali ,’UNAIDS (Programma congiunto delle Nazioni Unite sull’HIV e l’AIDS) in co-sponsor con l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), l’ICASO (International Council of AIDS Organization), il GNP+ Global (Network of People Living with HIV/AIDS), l’ICW (Woman Living with HIV/AIDS), il Word YWCA, l’Asian Harm Reduction Network.

Tra i principali temi che verranno trattati: la scienza di base, i trattamenti e la ricerca clinica, l’epidemiologia e la prevenzione,gli aspetti sociali economici e politici. principali temi trattati saranno: scienza di base, trattamenti e ricerca clinica, epidemiologia e prevenzione, aspetti sociali ed economia, politica. Sono previsti 22.000 delegati che arriveranno da tutto il mondo richiamati dallo slogan di questa edizione: Azione Universale Adesso (Universal Action Now).

"I dati – si legge nella nota – ci dicono che alla fine del 2007 vi erano 33 milioni di comunità delle persone che vivono con l’HIV nel mondo delle quali 2,7 milioni infettatesi nell’anno, per un totale di 2 milioni le persone morte di AIDS. La Repubblica Sudafricana rimane lo Stato più colpito e 2/3 delle persone sieropositive vivono nell’Africa Sub-Sahariana. Sono circa 3 milioni di persone che ricevono i trattamenti nei paesi con risorse limitate e questo numero rappresenta solo il 31% dei 9,7 milioni di persone che hanno bisogno di una terapia antiretrovirale".

In America latina poi si stima che siano 230.000 le persone sieropositive delle quali 20.000 infettatesi nel 2007. Sale dunque a 1,7 milioni il numero delle persone infette da hiv delle quali 140.000 infettatesi entro l’ultimo anno. Gli Stati più colpiti sono Argentina, Messico, Brasile e Colombia. La zona caraibica risulta essere la seconda area con la più alta prevalenza: l’1,1% dopo l’Africa Sub-Sahariana.

Comments are closed.