SALUTE. Associazione Coscioni invia esposto all’Antitrust su prezzo protesi acustiche

Perché in Italia le protesi acustiche costano di più, e molto, rispetto all’Europa? Per rispondere a questa domanda, l’Associazione Luca Coscioni ha inviato un esposto all’Antitrust perché possa aprire un’istruttoria circa "la sensibile differenza di prezzo tra le protesi acustiche vendute in Italia e le stesse vendute nel resto d’Europa".

"Mi auguro che l’Autorità voglia aprire nel minor tempo possibile un’istruttoria per capire il motivo dei prezzi esorbitanti delle protesi acustiche in Italia e la ragione per cui le stesse, a parità di marca e modello, costino un terzo negli altri Paesi europei, come l’Olanda e la Germania – afferma Alessia Turchi, membro di giunta dell’Associazione – In Germania, a titolo esplicativo, il costo di un determinato modello è pari a 1600 euro, contro i quasi 5000 euro previsti in Italia, cifra che appare spropositata sopratutto alla luce del rimborso di 1200 euro che viene riconosciuto dall’ASL. È doveroso che l’Antitrust faccia chiarezza".

Comments are closed.