SALUTE. Bambini allergici a scuola, in arrivo Carta dei diritti

Una Carta dei diritti dei bambini allergici è stata presentata oggi in occasione della sesta giornata nazionale del bambino allergico. Il documento raccoglie le raccomandazioni sulla gestione del bambino allergico a scuola: oltre ad essere una linea guida per dirigenti scolastici, insegnanti e aziende sanitarie locali su come approntare le condizioni ambientali per prevenire le gravi reazioni allergiche e su come intervenire tempestivamente e in modo efficace nelle emergenze e nelle gravi crisi allergiche, è anche un primo approccio per il bambino affinchè acquisisca comportamenti attraverso i quali gestire i disturbi allergici a scuola con l’insegnante e i compagni di classe.

Il 10% dei bambini al di sotto dei 14 anni soffre di asma bronchiale, nell’80% dei casi provocata da allergie; il 18-20% soffre di rinite allergica, mentre il 10 % può presentare dermatite atopica, malattie che hanno nell’inquinamento indoor/outdoor e nel fumo di sigaretta due importanti fattori di rischio. A fronte di questi dati, secondo un’l’indagine condotta nelle scuole dal MIUR, meno del 43% di quelle italiane è in possesso del certificato igienico-sanitario che attesti condizioni idonee ad accogliere gli studenti senza esporli a rischi per la propria salute. Ed è totalmente assente una specifica normativa che regolamenti la gestione delle emergenze con personale preposto alla somministrazione di farmaci salvavita.

 

Comments are closed.