SALUTE. Bambini e adolescenti: mangiano male e fanno poco sport. Studio ISS

Fotografia dei bambini e degli adolescenti italiani: il 9% dei bimbi salta la prima colazione, uno su quattro non mangia quotidianamente frutta e verdura, la metà consuma bevande gassate o zuccherate durante il giorno, un bambino su due ha la televisione in camera. Il 40% dei ragazzi e il 24% delle ragazze di 15 anni dichiara di consumare alcol almeno una volta a settimana, e il 19% di tutti i quindicenni di fumare almeno una volta a settimana. Sono i dati, non certo confortanti, che vengono dallo studio "Sistema di indagini sui rischi comportamentali in età 6-17 anni", presentato oggi al Ministero della Salute. Il progetto è promosso dal Ministero della Salute/CCM (Centro per il Controllo e la prevenzione delle Malattie) nell’ambito del programma strategico "Guadagnare salute – rendere facili le scelte salutari", è stato coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità, e realizzato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, con le Regioni e le Aziende Sanitarie, l’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) e le Università di Torino, Siena e Padova.

Il sistema di sorveglianza Okkio alla Salute ha riguardato i bambini della scuola primaria, per la precisione 42 mila bimbi della terza classe. Risultato? "Rimane alta la prevalenza del sovrappeso (23%) e dell’obesità (11%). Si continuano a rilevare comportamenti non salutari: il 9% dei bambini salta la prima colazione e il 30% non la fa adeguata; 1 bambino su 4 non mangia quotidianamente frutta e verdura; circa il 50% consuma bevande zuccherate o gassate nell’arco della giornata; 1 bambino su 5 pratica sport per non più di un’ora a settimana; 1 bambino su 2 ha la TV in camera". A questo si aggiunge che i genitori non sempre hanno una corretta percezione del problema: il 36% delle mamme con bambini in sovrappeso o obesi ritiene al contrario che il proprio figlio non sia in una condizione di eccesso di peso.

L’Health Behaviour in School-aged Children (HBSC) ha riguardato i ragazzi della scuola secondaria dagli 11 ai 15 anni. Lo studio è promosso dall’Organizzazione mondiale della sanità ed è stato realizzato in collaborazione fra tra l’ISS, le Università di Torino, Padova e Siena. Per quanto riguarda i ragazzi tra gli 11 e i 15 anni, la raccolta dati condotta nel 2009-2010 su 77.000 ragazzi indica fra l’altro "una diminuzione della prevalenza di sovrappeso e obesi che va dal 29% nei ragazzi e dal 20% nelle ragazze undicenni, al 26% nei maschi e al 12% nelle femmine di 15 anni. Emerge un minor consumo quotidiano di verdura nel Sud e tra i maschi; lo svolgimento di minore attività fisica tra i ragazzi di 15 anni rispetto ai tredicenni". Altri due dati sono rilevanti: "Una percentuale del 40% dei maschi e del 24% delle femmine di 15 anni dichiara di consumare alcol almeno una volta a settimana; il 19% dei quindicenni (maschi e femmine) dichiara di fumare almeno una volta a settimana".

Comments are closed.