SALUTE. Batterio E. Coli, Medici Veterinari organizzano simulazione di allerta

Il batterio dell’Escherichia Coli in Italia non è presente. In ogni caso, gli esperti si eserciteranno lunedì in una simulazione di allerta alimentare e ritiro dei prodotti. È quanto rende noto l’Associazione Nazionale Medici Veterinari (ANMVI), che da lunedì 6 giugno per tre giorni riunirà a Cremona 150 esperti per simulare un’azione di blocco dei mercati alimentari.

Al training organizzato da ANMVI sul Sistema Rapido di Allerta parteciperanno esponenti dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) e funzionari del Ministero della Salute e delle maggiori imprese della galassia di Federalimentare. Il training, in realtà programmato da tempo, impegnerà oltre 150 esperti in una esercitazione di estrema attualità, dopo che da 10 giorni, in Europa ma anche in America, imperversa l’epidemia di E. Coli partita dalla Germania.

L’epidemia di questi giorni sta dimostrando l’importanza di bloccare sul nascere una contaminazione: più presto si risale alla fonte, più presto si blocca la catena del contagio, afferma l’Associazione. "Le epidemie ci sono sempre state – commenta Giancarlo Belluzzi, Vice Presidente ANMVI e responsabile organizzativo della simulazione – e la globalizzazione dei mercati e gli spostamenti delle persone ne amplificheranno sempre di più gli effetti; bisogna quindi correre ai ripari e prevenire, come dimostra la cronaca di questi giorni".

Comments are closed.