SALUTE. Bere moderatamente riduce rischio morte negli anziani. Ricerca University of Florida

Bere moderatamente, da un minimo di un drink a un massimo di sette a settimana, riduce il rischio di morte e di eventi cardiovascolari negli anziani. E’ quanto dimostrato da Cinzia Maraldi dell’Istituto sull’Invecchiamento presso la University of Florida, a Gainesville, in uno studio che conferma ancora una volta che un consumo eccessivo di alcol, invece, aumenta il rischio di morte e di infarto e altre malattie cardiovascolari.

Gli esperti hanno coinvolto nell’indagine quasi 2500 anziani tra i 70 ed i 79 anni, nessuno con patologie cardiovascolari all’inizio dello studio. I ricercatori hanno tenuto i volontari sotto osservazione per una media di sei anni sottoponendoli a check up periodici. I partecipanti sono stati suddivisi in gruppi in base al proprio consumo abituale di alcol dichiarato: non bevitori o bevitori occasionali, bevitori moderati (fino a sette drink a settimana), bevitori eccessivi (oltre sette drink per settimana).

Dopo il periodo di osservazione gli epidemiologi hanno contato 397 decessi e 383 eventi cardiovascolari. Incrociando i dati su consumo di alcol e rischio individuale, i ricercatori hanno calcolato che il rischio maggiore di morte o eventi cardiaci era dei bevitori eccessivi e che invece i bevitori moderati avevano un rischio di morte ridotto del 30% e un rischio di infarto e altri eventi acuti ridotto del 26% rispetto al gruppo dei non bevitori.

Gli esperti hanno anche stimato che, tenendo conto solo degli effetti protettivi antinfiammatori dell’alcol, questa riduzione di rischio non puo’ trovare adeguata spiegazione e che probabilmente l’alcol esercita i suoi effetti protettivi mediante meccanismi diversi che non la semplice azione antinfiammatoria.

Bere con moderazione puo’ essere dunque un aiuto per una vita piu’ longeva, ma gli esperti rimanendo cauti avvertono: gli effetti dell’alcol sulla salute umana possono essere diversi da persona a persona, probabilmente in base a fattori genetici particolari che influenzano la risposta individuale agli alcolici.

Per saperne di più clicca qui.

 

Comments are closed.