SALUTE. Biberon senza BPA, ecco chi li vende in Italia

Nel suo ultimo parere sulla pericolosità del Bisfenolo A (BPA), l’Efsa ha confermato la dose tollerabile giornaliera a 0,05 mg/kg di peso corporeo. Il problema principale, legato alla pericolosità di questa sostanza, riguarda i biberon per bambini che contengono il BPA. Sono già tanti, infatti, i Paesi che hanno messo al bando i biberon al BPA, a cominciare dal Canada, passando per la Danimarca e gli Stati Uniti e, per ultima la Francia.

In Italia il BPA non è ancora stato messo al bando, ma sono molte le aziende che hanno cominciato a produrre biberon senza Bisfenolo A, riportando generalmente sulla confezione la scritta "BPA free" (oppure BPA 0%). Attualmente sono 11 le marche di biberon senza BPA, come emerge da una ricerca condotta da BabyGreen, che ha pubblicato sul suo sito la guida ai biberon BPA free.

Ecco alcuni esempi: a febbraio 2010 l’Avent ha totalmente eliminato i biberon con bisfenolo (è possibile, quindi, che nei negozi si trovino biberon al bisfenolo, della vecchia linea); la Chicco, ha messo sul mercato solo alcune linee di biberon BPA 0%: Evolution, Natur Glass e Benessere.

 

Comments are closed.