SALUTE. Caldo, Ministero Salute attiva linee telefoniche per limitare i danni

Ondate di caldo stanno attraversando l’Italia. Il Ministero della Salute conferma che Regioni, Comuni, Aziende sanitarie, medici, servizi socio sanitari e volontariato sociale responsabili delle azioni di prevenzione e soccorso hanno attivato i sistemi integrati di assistenza previsti. Sono operativi collegamenti tra il medico di medicina generale e i servizi di assistenza socio sanitaria del territorio. Sono attive numerose postazioni di telefono verde così come sono state attivate molte reti di "prossimità" da parte del volontariato sociale per la vigilanza sugli anziani a rischio e per l’assistenza domiciliare.

Bisogna tenere presente, tuttavia, che tra i 1500 eventi di morte che ogni giorno si registrano nel nostro Paese, quasi tutti riferibili a persone anziane in cattive condizioni di salute, è molto difficile identificare quelle ascrivibili solo al calore.
Va rilevato, infatti, che la quasi totalità di questi decessi è riferita a persone che presentavano una situazione clinica già compromessa. Appare quindi evidente l’importanza di una comunicazione corretta e non fuorviante in merito all’impatto reale delle ondate di calore sulla salute.

Per le elevate temperature sono ad alto rischio gli ultra settantenni che soffrono di malattie croniche gravi (cardiovascolari, tumori, diabete, respiratorie) spesso con disagiate condizioni socio economiche, che vivono da soli ed in cattive condizioni abitative.
Purtroppo – sottolinea la nota del dicastero – l’unico modo reale per valutare l’impatto del calore su questi cittadini resta la verifica statistica dei decessi successiva all’ondata di calore. Gli eventi di morte, infatti, rarissimamente possono essere attribuibili direttamente al colpo di calore, mentre nella quasi totalità sono ascrivibili al peggioramento della malattia già presente nella persona.

Comments are closed.