SALUTE. Campania, Associazioni scrivono alla Regione: cibi aproteici gratuiti per nefropatici

Associazioni in campo per la difesa dei nefropatici. Il 20 agosto Cittadinanzattiva Campania, ANERC Campania e Forum Nazionale dei Nefropatici hanno inviato una lettera al Presidente della Regione Campania, nonché Commissario ad acta per la sanità, Stefano Caldoro, per sollecitare il rispristino della erogazione gratuita dei cibi aproteici da parte della Regione.

Le Associazioni ricordano che un’ordinanza del Tar Campania del 28 luglio ha sospeso il decreto che poneva a carico dei nefropatici il costo della dieta aproteica. Ma la Regione Campania non ha ancora preso alcuna iniziativa volta a ripristinare l’erogazione gratuita dei cibi aproteici – denunciano le Associazioni che ricordano che la dieta aproteica costa, ai malati, intorno ai 150 euro al mese. In questa situazione di crisi molti nefropatici sono costretti a rinunciare alla dieta, accorciando l’inesorabile cammino verso la dialisi dalla quale non si torna indietro se non con un trapianto con tutto quello che comporta.

La campagna solidale garantita da alcuni produttori di cibi aproteici (pago uno e prendo due) si concluderà il 31 agosto. E allora? Allora Cittadinanzattiva Campania, ANERC Campania e Forum dei Nefropatici chiedono con fermezza di conoscere quali sono i provvedimenti assunti dalla Regione per ripristinare l’erogazione dei cibi aproteici a carico del S.S.R. per il tramite delle farmacie distrettuali o delle farmacie private (a seconda dei territori) a beneficio delle persone con nefropatia. Si chiede, inoltre, l’apertura immediata di un tavolo di concertazione per definire un percorso che porti alla rivisitazione della intera materia del trattamento delle nefropatie in Campania in relazione alle quali pervengono numerose segnalazioni di disservizio e disagi.

Comments are closed.