SALUTE. Cannabis, Ministro Turco: “Decreto coerente con programma dell’Unione”

Il provvedimento del ministro della Salute, Livia Turco, che ha raddoppiato le quantità di cannabis ad uso personale innalzando la soglia tra detenzione e spaccio, ha ricevuto un nuovo colpo in Commissione sanità del Senato. Ieri, infatti, è passato un ordine del giorno che impegna «il governo a riesaminarlo». Il ministro Turco in una lettera risponde ad Anna Finocchiaro, capogruppo dell’Ulivo a Palazzo Madama, insorge che aveva definito il decreto: "un’iniziativa fuori luogo, non rispecchia la decisione dell’Ulivo che mai si era riunita su questo tema". Nella missiva il ministro in sostanza sostiene che "il decreto era stato già ampiamente anticipato in sede di audizione in Parlamento ben prima della sua emanazione e che, soprattutto, si colloca in totale assonanza con quanto previsto in materia dal programma dell’Unione".

Comments are closed.