SALUTE. Cartella Clinica del Cittadino, MC: “Buona idea ma speriamo che non aggravi il personale”

"Esprimiamo consenso per l’iniziativa ma a condizione che questa non comporti un appesantimento ulteriore sia per quanto riguarda i tempi di svolgimento delle pratiche sia per il personale sanitario già in numero inferiore rispetto alle reali necessità". Così il Movimento Consumatori commenta l’annuncio del ministro della Salute, Livia Turco, di voler introdurre, entro l’autunno, la "Cartella Clinica del Cittadino".

Al contempo l’associazione si dice preoccupata e spera che l’iniziativa non serva solo per recuperare dati statistici che alla fine non vengono utilizzati concretamente per migliorare il servizio.

"Chiediamo che le associazioni dei consumatori – conclude Rossella Miracapillo, responsabile dell’Osservatorio Farmaci & Salute – siano coinvolte da subito per determinare la struttura della cartella e la metodologia di analisi, in virtù della loro esperienza e della loro imparzialità nel garantire gli interessi dei cittadini. Auspichiamo inoltre che l’utilizzo di queste cartelle garantisca comunque la privacy dei malati e che l’iniziativa faccia emergere pienamente le aspettative e le valutazioni dei pazienti".

Comments are closed.