SALUTE. CdM avvia esame ddl su protesi mammarie: previsto Registro e divieto impianto a minori

Istituzione di un Registro delle protesi mammarie e divieto di impianto a minori di 18 anni: è stato avviato oggi in Consiglio dei Ministri l’esame del disegno di legge, su proposta del Ministro del Lavoro, della salute e delle politiche sociali Maurizio Sacconi, in materia di impianti protesici mammari. Sul testo, informa il CdM, dovrà essere acquisito il parere del Garante per la privacy.

Soddisfatto il sottosegretario alla Salute Francesca Martini per un provvedimento ritenuto "fondamentale a tutela della salute di tutte le donne che accedono ad un intervento di protesi mammaria, anche per puro motivo estetico".

Commenta Martini: "L’istituzione del Registro prevista dal DDL interverrà fornendo un protocollo che coinvolge la piena tracciabilità dell’intervento, delle protesi utilizzate e del follow-up della paziente. Permetterà, inoltre, di proseguire nelle attività di screening per la diagnosi precoce del tumore al seno con consapevolezza rispetto al numero delle donne impiantate in Italia, nel rispetto della loro privacy. Sottolineo, inoltre, l’importanza del divieto di impianto a fini estetici per le minori di 18 anni prevista dal provvedimento. Questa norma – continua – rappresenterà uno "stop" a tutela delle adolescenti al dilagare di una inconsapevolezza diffusa che rasenta l’incoscienza rispetto all’accesso ad interventi di protesi mammarie che comportano rischio clinico e che non possono diventare fattore di moda o di costume. Va inoltre evidenziata la fondamentale importanza, sempre e comunque, di un reale consenso che coinvolga la piena informazione della paziente relativamente all’intervento, ai materiali e alle tecniche utilizzate, al decorso clinico, nonché ai potenziali fattori di rischio".

Comments are closed.