SALUTE. Cittadinanzattiva Lazio presenta Carta per qualità nei trapianti

"La Regione Lazio, dopo la Toscana, adotti la Carta per la qualità nei trapianti, per garantire la partecipazione e la qualità per i cittadini": è l’invito che arriva da Cittadinanzattiva Lazio, che ha presentato oggi a Roma la Carta per la sicurezza, la qualità e la partecipazione del percorso donazione-trapianto, promossa insieme alla Società italiana per la sicurezza e la qualità nei trapianti (SISQT).

La Carta è stata presentata durante il convegno "La Carta per la qualità nei trapianti: una opportunità per il Lazio", un evento promosso da Cittadinanzattiva Lazio in collaborazione con l’Agenzia Regionale dei Trapianti del Lazio, Regione Lazio, SISQT e Associazione Malati di Reni.

La richiesta è quella di recepire la Carta in una specifica deliberazione della Regione e di diffonderla in modo che rappresenti "non solo un mezzo di promozione e diffusione della cultura trapiantologica, ma anche un quadro di riferimento per tutte le parti interessate, ai fini di improntarne i comportamenti e le verifiche, di carattere organizzativo-funzionale, tecnico-scientifico e sociale". Queste le parole di Giuseppe Scaramuzza, segretario regionale di Cittadinanzattiva – Tribunale per i diritti del malato del Lazio, che ha aggiunto: "La sicurezza, la qualità e la partecipazione sono tre elementi fondamentali per garantire un sistema sanitario sempre più vicino al cittadino. La Carta, che oggi presentiamo nella nostra regione nella sua stessa denominazione, mira a questi tre obiettivi".

Comments are closed.