SALUTE. Codacons: in discoteca alcolici dopo le 2. Polemica col Garante Privacy

Le discoteche continuano a vendere alcolici anche dopo le 2 di notte e talvolta mettono indietro l’orario delle casse per emettere scontrini con un orario antecedente: è quanto ha denunciato oggi il Codacons in una conferenza stampa nella quale è stato diffuso un video, realizzato con telecamere nascoste, in cui venivano mostrate violazioni da parte dei locali.

Non manca una nota polemica: dopo la conferenza stampa, afferma il Codacons in una nota, "l’associazione è stata contattata dall’Autorità Garante per la privacy, la quale ha contestato la diffusione – durante la conferenza – del video (realizzato con telecamere nascoste) in cui veniva dimostrato come i locali violino le leggi vigenti in materia di alcol".

"Abbiamo sospetti su chi abbia sollecitato l’Autorità ad intervenire, ma ci dispiace per costui, visto che la sua segnalazione gli si ritorcerà come un boomerang – afferma il presidente Codacons, Carlo Rienzi – Abbiamo chiesto infatti al Garante di comunicarci il nome del denunciante, in modo da poterlo querelare per calunnia ai danni dell’associazione, visto che nel video in questione non solo abbiamo oscurato i visi dei soggetti ripresi, ma abbiamo dimostrato solo la verità, senza alcuna alterazione". L’associazione ha deciso di pubblicare sul suo sito internet il video. Ma polemizza con il Garante: "Non possiamo però non chiederci da che parte sia il Garante della Privacy – afferma Rienzi – se da quella di chi difende la salute umana e denuncia i trasgressori, oppure dalla parte di chi viola la legge e ha addirittura paura di un filmato".

Comments are closed.