SALUTE. Da Ue nuove etichette sui prodotti solari

BRUXELLES. Etichette più semplici e chiare, comuni a tutti gli stati membri della Ue. Gia’ da questa estate almeno il 20 % dei prodotti per la protezione solare disporranno del nuovo logo ‘UV-A’, scelto appositamente dalla Commissione europea. Scritte come ‘protezione totale’ o ‘schermo totale’ non potranno piu’ essere utilizzate, mentre sono previste quattro semplici descrizioni (protezione bassa, media, elevata e molto elevata), insieme al tradizionale indicatore di protezione. Questo obiettivo sarà raggiunto appieno soltanto nell’estate del 2008, dato che le etichette per il 2007 sono già state stampate. Ciò non significa che altri prodotti non forniscano un livello equivalente di protezione contro i raggi UVA. Per il momento si raccomanda di leggere a fondo l’etichetta.

La campagna della Commissione presenta futuri miglioramenti dell’etichettatura dei prodotti di protezione solare come chiesto nella raccomandazione della Commissione del settembre 2006 sull’efficacia dei prodotti di protezione solare e sulle dichiarazioni ad essi relative. Nonostante le frequenti dichiarazioni quali "schermo totale" e " protezione totale", nessun prodotto di protezione solare può proteggere completamente contro le radiazioni UV. Occorre poi utilizzare descrizioni normalizzate (protezione "bassa" – "media" – "elevata" e "molto elevata") insieme ai tradizionali indicatori del fattore di protezione solare al fine di orientare il pubblico verso la scelta dell’adeguato prodotto di protezione solare.

Il settore sta cominciando ad introdurre sulle etichette dei prodotti un sigillo UV-A normalizzato che indica una protezione minima quantificata contro i raggi UV-A che aumenta parallelamente a un fattore di protezione solare più elevato e si basa su un metodo di prova standardizzato. Meglena Kuneva, commissario responsabile per la protezione dei consumatori ha dichiarato: "E’ necessario fornire ai consumatori informazioni chiare e precise sui prodotti di protezione solare al fine di poter scegliere con cura".

La Commissione ha inoltre previsto una campagna di informazione e sensibilizzazione sui rischi dell’esposizione solare, ritenuta una delle principali cause dei tumori della pelle. Markos Kyprianou, commissario responsabile della sanita’ ha, infatti, affermato: ‘Se applicati correttamente, i prodotti di protezione solare possono proteggere contro il cancro della pelle, ma non sono sufficienti. Altre importanti precauzioni consistono nell’evitare lunghe esposizioni al sole, nel ripararsi all’ombra nelle ore piu’ calde e nel proteggersi con cappelli e occhiali da sole’. L’iniziativa prevede l’utilizzo di siti web, mezzi stampa, poster, pubblicità, anche attraverso la collaborazione con gli operatori turistici e altre associazioni del settore. Oggi a Bruxelles sono state presentate le immagini che saranno utilizzate per la campagna

La campagna sarà avviata dalla Commissione e dai partner nazionali dell’accordo volontario nei vari Stati membri per il prossimo anno, utilizzando siti web, stampa, poster, associazioni con operatori turistici e pubblicità.

Per maggiori info: http://ec.europa.eu/health-eu/news/sun_uv_it.htm

Comments are closed.