SALUTE. Danni da alcol, Assoutenti presenta prima causa italiana contro produttori

Assoutenti ha presentato questa mattina la prima causa italiana, che sarà instaurata presso il Tribunale di Genova, nell’interesse di una consumatrice genovese al fine di ottenere dalle case produttrici il risarcimento dei danni patiti (nel 2009 le è stato diagnosticato un tumore alla mammella, con conseguente mastectomia ed intervento ricostruttivo ed attualmente è sottoposta a cicli chemioterapici e radioterapici) in conseguenza della assunzione delle bevande alcoliche da queste prodotte. Secondo l’Associazione e i suoi legali, i produttori sono responsabili sotto due aspetti: esercizio attività pericolosa in quanto, alla luce della più recente giurisprudenza resa in fattispecie analoghe alla presente (tabacco), il produttore, immettendo sul mercato un prodotto intrinsecamente pericoloso per la salute, esercita un’attività pericolosa ai sensi dell’art. 2050 c.c., essendo pertanto tenuto ad adottare ogni misura necessaria ad evitare i danni conseguenti.

In tale contesto, i produttori hanno omesso e omettono , con dolo o quanto meno colpa grave, ogni informativa ai consumatori in ordine alla nocività dell’alcol ed ai danni che possono derivare dal suo consumo;

Grava, poi, su di essi – sempre a giudizio dell’Associazione – la responsabilità aquiliana (art. 2043 c.c. "chiunque cagioni con dolo o colpa un danno ingiusto è tenuto a risarcirlo". in quanto, avendo omesso dolosamente e/o con grave colpa ogni genere di informazione circa la grave nocività dei propri prodotti ha cagionato un grave danno alla salute della Signora. Diritto alla salute costituzionalmente garantito dalla nostra costituzione (art.32 C).

 

Comments are closed.