SALUTE. Decreti su nuovi servizi in farmacia, plaude Federfarma

I decreti attuativi sui nuovi servizi in farmacia, trasmessi dal Ministero della salute alla Conferenza Stato-Regioni, sono un passo fondamentale per delineare il nuovo ruolo della farmacia all’interno del SSN e per facilitare l’accesso da parte dei cittadini a una serie di prestazioni sanitarie e di attività di prevenzione. Lo dichiara Annarosa Racca, Presidente di Federfarma.

Con la legge n. 69 del 2009, e poi con il Decreto Legislativo n. 153 del 2009, il Governo e il Parlamento hanno tracciato la strada per fare della farmacia uno snodo fondamentale del sistema sanitario nazionale. La farmacia – afferma Annarosa Racca – potrà diventare un presidio nel quale il cittadino, oltre ai farmaci, trova anche una serie di servizi aggiuntivi di alta valenza socio-sanitaria, quali autonalisi di prima istanza, attività di monitoraggio dei parametri di salute, anche cardiologici, tramite collegamento con centri specialistici, prestazioni offerte da altri operatori, come infermieri e fisioterapisti, prenotazioni telematiche di visite ed esami presso le strutture sanitarie pubbliche.

Non solo, ma la farmacia potrà offrire anche servizi a domicilio dei pazienti che risiedono all’interno di quella sede farmaceutica, collaborando con medici e altri operatori sanitari ai programmi di Assistenza Domiciliare Integrata. Questo significa che persone anziane e malati cronici non pienamente autosufficienti potranno ricevere farmaci e assistenza a casa propria dalla farmacia che presidia quel territorio.

Con il varo dei decreti attuativi – sottolinea il Presidente di Federfarma – il Ministero della salute mette un altro importante tassello per dare attuazione a questo progetto innovativo a livello europeo, che Federfarma ha promosso e sostenuto fin dall’inizio.

Federfarma auspica che le Regioni vogliano avviare al più presto le trattative per il rinnovo della Convenzione, scaduta ormai da anni, in modo che i cittadini possano usufruire al più presto dei nuovi servizi nelle farmacie.

Comments are closed.