SALUTE. Domani è la Giornata Nazionale per la lotta alla sordità, una patologia in aumento

Un adulto su 7 non ha un udito normale, uno su 6 ha un difetto uditivo tale da creare problemi nella vita quotidiana, un adulto su 10 ha una perdita uditiva per la quale è raccomandabile un dispositivo uditivo. In Europa sono circa 50 milioni i cittadini che presentano deficit uditivi, e 8 milioni di questi sono italiani. Sono soltanto alcune delle cifre allarmanti fornite dal Prof. Giancarlo Cianfrone, Presidente dell’A.I.R.S.- Associazione Italiana Ricerca Sordità – Onlus che stamattina ha presentato alla stampa la "Giornata Nazionale A.I.R.S. per la Lotta alla Sordità", che avrà luogo mercoledì 29 ottobre 2008.

Giunta alla sesta edizione, la Giornata Nazionale intende favorire la conoscenza e la prevenzione di una patologia in costante aumento che colpisce circa il 12% della popolazione italiana. Sono 22mila i bambini al di sotto dei 3 anni, colpiti da sordità (l’1% del totale), il 2% dei bambini dai 4 ai 12 anni (98.000 persone) presenta un problema uditivo, nei soggetti tra i 13 ei 45 anni si giunge al 10% (1.040.00), e si arriva al 25% delle persone tra i 61 e gli 80 anni ( 2.884.000) mentre addirittura il 50-60% degli ultraottantenni sono colpiti da sordità (1.031.000). A questi si aggiungono circa 1.500.0 di persone con disturbi uditivi di varia natura. Considerevoli anche i costi che si attestano sui 320 milioni di euro annui per la fascia al di sotto dei 12 anni e sono pari a 3,3 miliardi di euro annui per le persone al di sopra dei 12 anni per un totale di circa 3,6 miliardi di euro pari al 5% del Fondo Sanitario Nazionale.

Saranno più di 250 gli ospedali che domani apriranno le porte alla popolazione offrendo un esame gratuito dell’udito e fornendo informazioni sulle modalità di prevenzione e cura. Per informazioni sugli ospedali che aderiscono all’iniziativa contattare il numenro verde 800066763 o visitare il sito www.associazioneairs.it.

"L’udito – ha detto il Sottosegretario alla Salute Ferruccio Fazio, che è intervenuto alla conferenza stampa – è un organo estremamente importante, collegato con le emozioni anche perché è un organo sempre vigile. Proprio in relazione alla sua rilevanza e al fatto che ogni 1.000 nati 1-2 presentano sordità ,lo screening neonatale contro la sordità è stato inserito nei livelli essenziali di assistenza ( LEA), al centro del tavolo di discussione tra Stato e Regioni,la cui prossima riunione è fissata per il 23 ottobre. La diagnosi di sordità congenita – ha proseguito Fazio – va fatta molto precocemente ,perché soltanto entro i primi mesi di vita le possibilità di intervento e di recupero sono ottimali. E visto che oggi ci sono metodologie per intervenire è giusto che i LEA coprano tali esigenze e possibilità".

"La prevenzione è estremamente importante ed oggi si può riorganizzare la sanità spendendo di meno anche attraverso una serie di iniziative. Sono molto lieto che il primato in termini di adesione alla Giornata A.I.R.S. spetti al Lazio – ha ricordato Piero Marrazzo, Presidente della Regione Lazio, presente alla conferenza – con ben 35 ospedali partecipanti. Non a caso all’Unità Operativa Complessa di Audiologia del Policlinico Umberto I, diretta dal Prof.Cianfrone, è stato dato l’incarico di effettuare un approfondimento tecnico- scientifico operativo per un lavoro di screening sulla patologia esistente sul territorio divenendo un Centro di riferimento per il coordinamento dello screening nel Lazio e per la realizzazione di un osservatorio epidemiologico a supporto dell’Agenzia di Sanità Pubblica ed in collaborazione con l’A.I.R.S".

"Anche quest’anno l’A.I.R.S. intende contribuire al miglioramento della prevenzione con la Giornata del 29 ottobre prossimo – ha sottolineato il Prof.Giancarlo Cianfrone, Professore Ordinario di Audiologia, Università La Sapienza, Roma e Presidente A.I.R.S. Onlus- siamo molto lieti che più di 250 ospedali abbiano aderito alla Giornata. E’ sicuramente un risultato superiore a qualsiasi previsione e costituisce motivo di orgoglio per l’A.I.R.S. Tra i nuovi progetti dell’Associazione che, a partire dal 2009 affiancheranno la Giornata,abbiamo in cantiere anche una campagna di informazione per i giovani presso scuole, università, discoteche che prevede la realizzazione e la distribuzione di un cd rom in cui verranno simulate le condizioni deteriorate di ascolto in seguito ad esposizione a rumore elevato per lungo tempo".

La "Giornata" si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, gode del Patrocinio del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, e di tanti altri Istituti e aziende e di alcune università.

Comments are closed.