SALUTE. Donazione organi, Ministero lancia campagna di comunicazione

Nel 2006 l’attività di donazione e trapianto ha registrato un incremento pari al 2% per le donazioni e all’1% per i trapianti, che confermano l’Italia ai vertici in Europa per numero di donatori per milione di abitanti (Spagna 33,8 per milione; Francia 23,2; Italia 21,6). Nel 2006, infatti, in Italia 21,6 donatori per milione di abitanti hanno permesso di effettuare 3189 trapianti in un anno.

Lo ha ricordato oggi a palazzo Chigi il ministro della Salute, Livia Turco, in occasione della presentazione della nuova campagna di comunicazione sulla donazione degli organi, insieme al Presidente del Consiglio Romano Prodi. Lo spot messo a punto dalla Presidenza del Consiglio e dal ministero della Salute per la Campagna è partita già lo scorso maggio: "Rimetti in moto la vita" è il messaggio dello spot. Lo spot sarà trasmesso dalle reti Rai fino al prossimo ottobre, con una frequenza di dieci passaggi al giorno.

"Oggi l’Italia – ha detto la Turco – può essere fiera della sua rete trapiantologia perché è la prima nazione europea per numero di trapianti di fegato, per la qualità dei risultati e per la loro trasparenza; è il paese con la maggiore donazione di tessuti e di trapianti di cellule staminali emopoietiche; ha costruito, primo Stato al mondo, una procedura che assicura a tutti pazienti un identico accesso ai registri internazionali dei donatori di midollo e delle banche di cordone ombelicale".

Proprio in questi giorni, inoltre, il ministro ha ricordato che le organizzazioni europee di trapianto ci hanno confermato alla guida del gruppo di ricerca in materia di sicurezza e qualità dei trapianti, e le linee guida della nostra attività trapiantologia saranno utilizzate come base per la futura direttiva europea in materia.

Comments are closed.