SALUTE. Emergenza caldo, le iniziative del Ministero e della Coldiretti

Per far fronte al problema delle alte temperature che si registrano in questi giorni in tutta Italia, il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, in collaborazione con il Centro nazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie, ha dato il via ad una capillare campagna informativa rivolta in particolare agli anziani o a coloro che se ne prendono cura, vale a dire ai medici di famiglia ed alle badanti.

Evitare di uscire di casa nelle ore più calde (dalle 11,00 alle 18,00), di bere almeno due litri d’acqua al giorno (anche quando la persona non ne avverte il bisogno); mangiare quotidianamente frutta e verdura fresche, di evitare gli sbalzi eccessivi di temperatura o l’esposizione in ambienti condizionati con aria troppo fredda. Fondamentale è, inoltre, vestirsi in modo leggero evitando di indossare indumenti sintetici. Questi i consigli del Ministero per scongiurare il rischio di colpi di calore, o di altri malesseri collegati al caldo eccessivo.

In caso di bisogno – aggiunge il Ministero – la prima persona da consultare è il proprio medico di famiglia, o durante la notte, la guardia medica. In casi estremi si deve chiamare prontamente il 118. Inoltre da oggi sarà attivo, a partire dalle ore 14.00, il numero verde 1500 che fornirà ai cittadini informazioni e consigli, dispensati da personale appositamente formato, sulle misure di prevenzione da adottare, su cosa fare in caso si verifichino problemi dovuti al caldo e sui servizi attivati da Regioni e Comuni.

Consigli anti caldo giungono anche dalla Coldiretti che ha attivato un servizio di consegna di frutta e verdura a domicilio direttamente dalla campagna al prezzo di soli 26 Euro a settimana.

Una opportunità per le persone di età avanzata che hanno maggiori difficoltà di movimento, ma anche per i più giovani che – sottolinea la Coldiretti – si possono avvantaggiare anche di una prenotazione on line attraverso il sito www.alconfin.it che consente l’acquisto di prodotti freschi di stagione direttamente dai campi con il miglior rapporto prezzo e qualità.

Numerose altre sono le iniziative degli agricoltori della Coldiretti per facilitare la distribuzione di frutta e verdura indispensabili per affrontare in salute il grande caldo. A pochi passi dal mare adriatico sulla spiaggia di Marina di Ravenna la Coldiretti porterà settimanalmente la frutta delle vicine campagne, "a chilometri zero" per aiutare i turisti a difendersi dalle alte temperature. Direttamente dagli agricoltori impegnati a garantire la qualità delle proprie produzioni, tagliando le intermediazioni, si potranno acquistare prodotti freschi e genuini con il doppio vantaggio per il consumatore, quello di "sgonfiare" i prezzi a tavola e combattere l’inquinamento.

In piena attività sono anche le "vie della frutta" vicino al centro storico di Verona dove il cuore della città, più esposto alla calura estiva, è "ammortizzato" da una cintura verde di aziende agricole che fanno la vendita diretta di frutta e verdura. Un reticolato di vie e quartieri quasi urbani dove si concentrano le fattorie di Coldiretti che proprio per la vicinanza al centro storico garantiscono la possibilità di acquistare direttamente nell’orto il "fai da te" Kiwi, pesche, nettarine, albicocche, meloni, angurie, pomodori con funzione anti calore.

A Napoli alla Mostra d’Oltremare nel corso della Fiera della Casa la Coldiretti distribuirà frutta di stagione locale per aiutare i visitatori a difendersi dal caldo ma – conclude a Coldiretti – molte altre iniziative sono programmate su tutto il territorio come l’apertura di mercati degli agricoltori, i cosiddetti farmers market in molte città o nelle spiagge come in provincia di Rovigo. A Rosolina Mare al primo farmer market polesano nel Centro congressi, tutti i venerdì e domeniche sera, Coldiretti affianca alcuni appuntamenti domenicali con una grande esposizione-mercato di prodotti delle aziende di Campagna Amica denominata "Sapori polesani in spiaggia". In particolare, i produttori di Campagna Amica e la Cooperativa ortolani di Rosolina presenteranno la frutta e verdura "che abbronzano". Niente di chimico, ma solo un uso mirato dei prodotti agricoli di stagione ricchi di vitamina A, che favorisce la produzione della melanina, per una tintarella "natural style". In primis le carote, i profumati meloni del Delta, le albicocche e le pesche nettarine, ma anche peperoni, pomodori, sedano, lattughe e radicchio.

 

Comments are closed.