SALUTE. Emergenza caldo, pronto il Piano del Ministero

Con la prima ondata di caldo anomalo di questi giorni, arriva anche il Piano del Ministero per arginare i rischi per la salute. Per la prossima estate, in particolare a giugno, si potrebbero verificare nuove ondate di calore di breve durata sul Mediterraneo, mentre per i mesi successivi, secondo le previsioni, non si dovrebbero presentare condizioni di temperatura troppo elevate. Il Ministero della salute ha predisposto, comunque, il Piano anticaldo soprattutto per quelle fasce di popolazione più a rischio, come anziani, bambini e persone con patologie croniche.

Ecco le principali misure:

Linee guida per la prevenzione degli effetti sulla salute da ondate di calore anomalo

Le linee guida concordate con Comuni e Regioni italiane sono state ampiamente diffuse ai medici di medicina generale, agli operatori dei servizi sanitari e sociali territoriali e sono scaricabili dal sito web del Ministero.

Sistema nazionale di allerta per ondate di calore anomalo

In collaborazione con la Protezione Civile presso il Centro di Competenza Nazionale di prevenzione degli effetti del Caldo è operativo un sistema di allarme che combina diversi dati meteorologici con l’analisi delle serie storiche della mortalità ed è in grado di dichiarare quotidianamente per ciascuna delle 17 grandi città ove è operativo la previsione alle successive 72 ore del livello di rischio per la salute dal calore.

Elenchi dei sottogruppi suscettibili alle ondate di calore (c.d. Anagrafe di Fragilità)

In molti Comuni sono state approntate le Anagrafi della fragilità, riservate ai medici di famiglia e agli operatori dei servizi sociali per permettere una pronta identificazione dei soggetti veramente a rischio per il caldo, come anziani che soffrono di patologie croniche o sono in condizioni socio-economiche precarie.

Informazione e comunicazione a cittadini e operatori

E’ stata predisposta una campagna informativa per la popolazione con: annunci via radio e televisione con Rai e Mediaste; materiali informativi per la popolazione distribuiti attraverso quotidiani e settimanali e le farmacie; il servizio Call Center 1500 che sarà attivo dal primo giugno, dalle ore 8.00 alle ore 20.00, tutti i giorni predisposto per deviare le chiamate sui numeri verdi dei Comuni e delle Regioni o del volontariato che li hanno predisposti.

Protocollo d’intesa con i Medici di Medicina Generale

E’ stato firmato un protocollo d’intesa, tra Ministero della salute, Ministero della solidarietà sociale, Regioni, Comuni e Medici di Medicina Generale per migliorare l’impegno delle istituzioni e dei dottori in attività di pronta identificazione e controllo degli anziani a rischio.

Il Ministero, infine, fornisce ai cittadini dieci regole da seguire per affrontare le ondate di calore in sicurezza:

  • evitare l’esposizione all’aria aperta nelle ore più calde;
  • migliorare il clima dell’ambiente domestico e di lavoro;
  • bere molti liquidi e mangiare molta frutta;
  • fare un’alimentazione leggera e conservare correttamente gli alimenti;
  • indossare un abbigliamento leggero e proteggersi dai raggi solari;
  • adottare alcune precauzioni se si esce in macchina;
  • gli ipertesi e i cardiopatici devono evitare di alzarsi in modo brusco;
  • attenzione ai farmaci che si assumono in caso di malattie cardiovascolari;
  • attenzione ai cambiamenti di abitudine e di attività della persona anziana;
  • conservare correttamente i farmaci.

Comments are closed.