SALUTE. Europa propone aumento del 10% a finanziamenti per Fondo contro Aids, tbc e malaria

Andris Piebalgs, Commissario europeo per lo sviluppo, parteciperà domani alla terza conferenza di rifinanziamento volontario del Fondo globale per la lotta contro l’AIDS, la tubercolosi e la malaria che si svolgerà a New York, e proporrà di aumentare del 10% il finanziamento al Fondo globale. Se la proposta sarà approvata, il contributo dell’Unione europea al Fondo per il periodo 2011-2013 raggiungerà i 330 milioni di euro.

Il Fondo globale per la lotta contro l’AIDS, la tubercolosi e la malaria è un meccanismo di finanziamento mondiale costituito nel 2001 come parziale risposta all’emergenza mondiale causata dalle tre principali malattie infettive. Ha commentato il commissionario Piebalgs: "Due settimane fa, durante il vertice delle Nazioni Unite sugli obiettivi del millennio per lo sviluppo, il mondo intero si è impegnato a trasformare tali obiettivi in realtà. Oggi possiamo concretizzare i nostri impegni: senza una popolazione in buona salute è semplicemente impossibile ottenere una crescita maggiore e solidale nei paesi in via di sviluppo per realizzare gli obiettivi del millennio. L’Ue continuerà a sostenere il Fondo globale nella lotta contro tali malattie mortali".

Durante la conferenza, il commissario Piebalgs renderà noto l’impegno della Commissione europea ad aumentare il proprio contributo finanziario al Fondo globale. La proposta deve essere approvata dalle autorità di bilancio dell’UE e dal gruppo dei paesi dell’Africa, dei Caraibi e del Pacifico. Attualmente, la Commissione contribuisce con 100 milioni di euro all’anno per il periodo 2008-2010.

Comments are closed.