SALUTE. Farmaci, l’Europa chiede informazioni più chiare e affidabili per i pazienti

Le informazione sui farmaci con obbligo di ricetta medica devono essere più chiare e affidabili. Oggi più che mai visto che in rete si trovano i più svariati dati provenienti da fonti diverse. Il paziente ancora non sa se può fidarsi o meno. Per questo la Commissione Europea ha aggiornato una serie di proposte, riviste dal Parlamento UE, che chiariscono quali informazioni l’industria farmaceutica possa fornire al pubblico per questo tipo di medicinali.

Si conferma l’attuale divieto di pubblicità per i medicinali soggetti a prescrizione medica. Si propone di autorizzare soltanto alcune informazioni: ad esempio, quelle riportate sull’etichetta e sul foglietto illustrativo, le informazioni relative ai prezzi, quelle sulle prove cliniche oppure le istruzioni per l’uso. Tali informazioni, inoltre, saranno autorizzate soltanto attraverso un numero limitato di canali di comunicazione: in rete o sulla stampa, ad esempio, verranno autorizzate solo se ciò sia specificamente richiesto dai cittadini. Non sarà consentita una loro pubblicazione sui media a stampa d’indirizzo generale.

Le informazioni devono soddisfare criteri qualitativi riconosciuti: non devono essere parziali, devono rispondere alle esigenze e alle aspettative dei pazienti, devono basarsi su evidenze scientifiche, devono essere fattualmente corrette e non fuorvianti e devono essere comprensibili. In linea di principio le informazioni che non siano state previamente approvate devono essere verificate dalle autorità competenti prima della loro divulgazione.

John Dalli Commissario europeo responsabile per la salute e la politica dei consumatori, ha affermato: "Le proposte rivedute pongono in primo piano i diritti, gli interessi e la sicurezza dei pazienti. Esse fanno obbligo all’industria farmaceutica di fornire certe informazioni chiave ai pazienti e fissano regole chiare in tema di informazioni addizionali volontarie sui medicinali soggetti a prescrizione. Esse rafforzano inoltre il controllo dei medicinali autorizzati."

 

Comments are closed.