SALUTE. Farmaco antidiabete, Ema raccomanda di sospendere commercializzazione

Il Comitato tecnico-scientifico dell’Ema, l’Agenzia europea dei medicinali, ha raccomandato di sospendere la commercializzazione di tutti i farmaci antidiabetici a base di rosiglitazone in commercio in Europa. I rischi connessi al suo utilizzo superano i possibili benefici. Altroconsumo, in attesa che la Commissione Europea trasformi in legge il parere tecnico dell’Ema, consiglia a tutti i pazienti in trattamento con rosiglitazone di contattare il medico che ha prescritto il farmaco per rivedere insieme a lui con quale farmaco proseguire la terapia anti-diabetica

La Commissione Europea aveva chiesto all’Ema di rivalutare il profilo beneficio/rischio del farmaco dopo che recenti studi scientifici avevano messo in dubbio la sicurezza di questi farmaci a causa dell’aumento del rischio di problemi cardiovascolari. In particolare l’assunzione di rosiglitazone è legata all’aumento del rischio di infarto miocardico acuto.

Il farmaco rosiglitazone (in commercio in Italia con i nomi commerciali di Avandia®, contenente rosiglitazone da solo; Avandamet®, contenente rosiglitazone + metformina, e Avaglim®, contenente rosiglitazone + glimepiride, tutti di proprietà dell’azienda GlaxoSmithKline) è entrato in commercio in Europa nel 2000 come terapia di seconda linea per il trattamento del diabete mellito di tipo 2, da utilizzare solo quando i trattamenti di prima linea non hanno funzionato o non sono stati tollerati dal paziente. In sostanza, rosiglitazone era un farmaco da usare come terapia di seconda scelta nel trattamento del diabete di tipo 2.

Comments are closed.