SALUTE. Francia ritira sciroppi per bambini, Altroconsumo scrive all’Aifa

Dopo che l’Agenzia francese per la sicurezza dei prodotti sanitari (Afssaps) ha proibito l’uso degli sciroppi mucolitici nei bambini sotto i 2 anni d’età, Altroconsumo fa sapere che scriverà all’Aifa per capire perché un prodotto considerato poco sicuro in Francia debba continuare a essere in commercio in Italia, senza essere controindicato nei bambini. Gli sciroppi a base di acetilcisteina e carbocisteina disponibili in Italia (Fluimucil, Solmucol, Lisomucil, Fluifort, Mucocis, Mucotreis e Sinecod tosse, per citarne solo alcuni), infatti, non sono controindicati sotto i 2 anni: il foglietto illustrativo non lo specifica.

Altroconsumo però sostiene da tempo che l’uso degli sciroppi anti tosse nei bambini sia in genere da sconsigliare, perché i rischi superano i benefici. I bambini piccoli hanno una ridotta capacità di tossire e gli sciroppi mucolitici possono causare difficoltà respiratorie in questa fascia d’età. I bambini francesi che avevano assunto gli sciroppi a base di acetilcisteina, carbocisteina e benzoato di meglumina, indicati per fluidificare le secrezioni bronchiali, avevano avuto un peggioramento della loro capacità respiratoria.

Comments are closed.