SALUTE. Gravidanza, ibuprofene e antinfiammatori aumentano rischio di aborto spontaneo

Assumere ibuprofene o altri farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) durante la gravidanza fa aumentare il rischio di aborto spontaneo. Lo rivela il Canadian Medical Association Journal, pubblicando i risultati di uno studio condotto in Canada su un campione di 4.700 donne che hanno abortito. Di queste ben una su 13 aveva preso un antinfiammatorio non steroideo durante la gravidanza. Secondo lo studio se questo tipo di farmaci vengono assunti tra i 15 giorni precedenti il concepimento e la ventesima settimana di gestazione aumentano di 2,4 volte il rischio di aborto spontaneo, poiché impediscono il corretto impianto dell’embrione nell’utero. Ancora incerta la situazione riguardante l’acido acetilsalicilico. Gli esperti consigliano alle donne incinte di assumere, in caso di necessità, il paracetamolo, l’unica molecola ritenuta attualmente sicura.

 

Comments are closed.