SALUTE. “Il fumo uccide: difenditi”: nuova campagna di sensibilizzazione

"Il fumo uccide: difenditi". E’ questo lo slogan della nuova campagna di comunicazione contro il fumo promossa dal Governo che ha come testimonial illustre Renato Pozzetto. Gli obiettivi che la campagna "Il fumo uccide: difenditi" intende raggiungere possono così riassumersi:
– ridurre il numero dei fumatori abituali;
– sensibilizzare i fumatori sui danni provocati agli altri, al fine di tutelare i non fumatori;
– prevenire l’avvicinamento al fumo dei giovanissimi.

In particolare, la campagna richiama l’attenzione sulle principali patologie correlate al fumo: il tumore, ma anche l’infarto e l’arteriosclerosi. Il fumo, nei paesi industrializzati, risulta essere la prima causa di morte per cancro: il 25 % – 30 % dei decessi causati dal cancro è riconducibile al consumo di tabacco.
In Italia, stando all’indagine Doxa-Istituto Superiore di Sanità (2008) si stimano, attualmente, circa 11,2 milioni di fumatori, vale a dire il 22,0 % dell’intera popolazione.

Un’efficace politica di prevenzione nei confronti di uno stile di vita non salutare che crea una forte dipendenza, come il tabagismo, necessita quindi di un’azione costante di sensibilizzazione e comunicazione di lunga durata, centrata sugli gli aspetti collegati alla prevenzione dell’iniziazione al fumo dei giovani e su quelli relativi alla dissuasione all’abitudine al fumo degli adulti.

Comments are closed.