SALUTE. In avvio la campagna vaccinale 2010, Altroconsumo: niente allarmismi

Con l’inizio dell’autunno torna l’attenzione sull’influenza. Come sempre alla fine di una epidemia, anche il virus della suina tornerà a circolare questo autunno/inverno. Insieme a lui circolerà un ceppo influenzale di tipo A/H3N2 e ad un ceppo di tipo B, già noto perché presente nella stagione 2009/2010 (ed incluso nel vaccino anti-influenzale dell’anno scorso). "Niente allarmismi" raccomanda Altroconsumo che spiega: "Non si parla più di pandemia, ma di classica stagione influenzale, anche se in questo momento nessuno può fare previsioni. L’evoluzione della situazione dipenderà da vari di fattori, in primo luogo da quante persone sono ancora suscettibili al virus".

Il nuovo vaccino sarà disponibile a partire dal prossimo 1° ottobre. Il Ministero della Salute raccomanda la sua somministrazione alle categorie per diversi motivi considerate a rischio (tra cui anziani, malati cronici, personale sanitarioe dei servizi pubblici di primario interesse). Quanto sarà efficace questo vaccino? si chiede l’Associazione. "E’ difficile prevedere l’utilità del vaccino dopo lo sconvolgimento provocato dalla pandemia. L’anno scorso, il virus pandemico si è molto diffuso, a spese degli altri virus stagionali. Circa il 97% dei casi di influenza della scorsa stagione è stato causato dal solo virus della suina. Quindi una parte della popolazione è già protetta perché ha già contratto questa influenza".

Altroconsumo conclude sostenendo che "non c’è assolutamente nessun motivo di allarme, comunque, né alcuna ragione di temere un’influenza particolarmente "cattiva". Sull’opportunità di effettuare o meno il vaccino, se appartenete a una delle categorie cui è consigliato, vi consigliamo di parlarne con il vostro medico".

Comments are closed.