SALUTE. Inchiesta Il Salvagente su propoli contaminate, MDC: ancora scandali

"Propoli contaminate da pesticidi. Per quanto tempo ancora i consumatori dovranno sentire scandali alimentari di questo genere?" così Silvia Biasotto, responsabile del Dipartimento di Sicurezza Alimentare del Movimento Difesa del Cittadino commenta l’inchiesta de Il Salvagente dalla quale emerge un’inquietante contaminazione di un prodotto comunemente usato dai cittadini per prevenire i mali di stagione.

Biasotto fa notare che l’avvelenamento dei cibi da prodotti fitosanitari non è cosa nuova. Secondo i rapporti Pesticidi nel Piatto e Italia a Tavola del Movimento Difesa del Cittadino e di Legambiente è soprattutto la frutta il prodotto dove sono più presenti residui di pesticidi: su 3507 campioni, 81 (il 2,3%) sono irregolari con residui al di sopra dei limiti di legge (+0,7% rispetto al 2008). I campioni di frutta regolari con uno o più di un residuo chimico risultano pari al 43,9%, quindi solo poco più di un frutto su due (il 53,8% per la precisione) tra quelli che arrivano sulle nostre tavole è privo di residui chimici. In generale, le analisi svolte dai laboratori pubblici provinciali e regionali nel corso del 2009 hanno preso in considerazione 8764 campioni, di cui 109 sono risultati irregolari (1,2% del totale), in leggero aumento rispetto al 2008 (1%), mentre su 2410 (il 27,5%) è stata rilevata la presenza di uno o più residui. In aumento, rispetto all’anno precedente, anche la percentuale di campioni con uno o più residui tra i prodotti derivati (19,5%) e nelle verdure (16,3%).

Rispetto a questi dati il Movimento Difesa del Cittadino sottolinea "l’importanza del Disegno di legge "Delega al Governo per Nuove norme per l’utilizzo dei prodotti fitosanitari in Agricoltura" d’iniziativa del Senatore Francesco Ferrante. Principio di precauzione, valutazione del rischio, tutela delle colture bio e a lotta integrata per un’agricoltura moderna, redditizia e sostenibile. Queste le misure al centro della norma che ci auspichiamo diventi presto legge dello Stato".

Comments are closed.