SALUTE. Influenza A, Tribunale diritti malato: garantire uguale accesso al vaccino

In vista della conferenza Stato-Regioni convocata per domani sull’emergenza dell’influenza A, Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato chiede che sia garantito tempestivamente e su tutto il territorio nazionale l’accesso al vaccino, soprattutto per evitare disparità di trattamento tra le Regioni, come sta avvenendo in queste ore: in Lombardia sono arrivate 320.547 dosi, nel Lazio 183.922, in Campania 192.723 (pur essendo la regione più colpita d’Italia dal virus con un’incidenza del 12, 37 per mille abitanti), in Piemonte 186.790 dosi consegnate a fronte di 100.000 attese, nelle Marche 1.400 a fronte di 46.000 attese.

"Reputiamo importante che il Ministero si faccia garante di una giusta informazione ai cittadini circa i reali rischi dell’influenza, l’opportunità di vaccinarsi, nonché sull’organizzazione delle campagne vaccinali nei territori regionali", afferma Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva. "Chiediamo, inoltre, al fine di evitare l’intasamento dei Pronto soccorso e l’affollamento degli studi dei medici di famiglia e dei pediatri, e nel contempo rispondere alle richieste dei cittadini, che tutti i servizi di assistenza territoriale, compresi ambulatori e poliambulatori, siano coinvolti nella gestione dell’influenza A".

Comments are closed.