SALUTE. Influenza AH1N1, ISS: vaccino efficace nel 70% dei casi

Il vaccino pandemico contro l’influenza AH1N1 è stato efficace nel 70% dei casi. È quanto afferma uno studio multicentrico dell’European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC) coordinato in Italia dall’Istituto Superiore di Sanità, che riporta la notizia sul suo sito web. La ricerca "ha verificato l’efficacia del vaccino pandemico". Ha detto il prof Enrico Garaci, Presidente dell’ISS: "I dati dello studio hanno dimostrato che il vaccino pandemico è stato in grado di proteggere oltre il 70% delle persone vaccinate e ribadisce l’importanza degli interventi vaccinali, in particolare rappresenta un’ulteriore conferma dell’efficacia del vaccino contro l’influenza pandemica, a suo tempo ingiustamente criticato, fornendone una valutazione sul campo".

Lo studio è scaturito dal progetto I-MOVE (Influenza monitoring of vaccine effectiveness in Europe) i cui dati, raccolti durante la stagione 2009/2010, "hanno dimostrato che il vaccino pandemico è risultato efficace soprattutto tra le persone con meno di 65 anni (78,4%) e senza patologie croniche (73%)". Lo studio di tipo caso-controllo è stato effettuato in 7 Paesi europei (Francia, Irlanda, Italia, Portogallo, Romania, Spagna, Ungheria) e si è basato su una rete di medici di medicina generale e pediatri di libera scelta. "Questo studio dimostra l’importanza della rete di collaborazione tra gli stati europei per la valutazione dei vaccini – ha detto Bruno Ciancio dell’ECDC, responsabile dello studio – I risultati ottenuti sono particolarmente importanti in questo momento in cui si osserva in Europa una predominanza del virus AH1N1 e la vaccinazione col vaccino stagionale 2010-2011 offre un’alta protezione contro l’attuale tipo d’influenza".

Proprio lo scorso anno, la vaccinazione e l’acquisto dei vaccini nei confronti di quella che era stata dichiarata una pericolosa pandemia sono stati oggetto di forti critiche. A gennaio 2010, infatti, il presidente della commissione Sanità del Consiglio d’Europa, il tedesco Wolfang Wodarg, ha denunciato che l’influenza è stata una "falsa pandemia" orchestrata dalle case farmaceutiche pronte a fare soldi con la vendita dei vaccini. Lo stesso Wodarg ha anche accusato le case farmaceutiche di aver influenzato la decisione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità di dichiarare la pandemia.

Comments are closed.