SALUTE. Influenza, Fazio: più prevenzione e controllo

"La vaccinazione antinfluenzale rappresenta un mezzo efficace e sicuro per prevenire la malattia e le sue complicanze; l’OMS indica quale obiettivo primario della vaccinazione antinfluenzale la prevenzione delle forme gravi e complicate di influenza e la riduzione della mortalità prematura in gruppi ad aumentato rischio di malattia grave: una strategia vaccinale basata su questi presupposti presenta un favorevole rapporto costo-beneficio e costo-efficacia".

E’ quanto dichiara il Ministro della Salute Ferruccio Fazio intervenendo nei giorni scorsi alla Camera per rispondere a un’interrogazione sulle iniziative del Ministero volte a limitare il più possibile il dilagare dell’influenza stagionale, con particolare riguardo ai soggetti più vulnerabili come malati, bambini e anziani.

Il Ministro ha ricordato che per gli ultra 65 anni nonché per le persone di tutte le età con alcune patologie di base che aumentano il rischio di complicanze in corso di influenza è necessario il vaccino mentre l’inserimento dei bambini sani di età compresa tra 6 mesi e 24 mesi (o fino a 5 anni) nelle categorie da immunizzare prioritariamente contro l’influenza stagionale è un argomento attualmente oggetto di discussione da parte della comunità scientifica internazionale, soprattutto a causa della mancanza di studi clinici controllati.

Per tutti i soggetti della popolazione generale che decidano di vaccinarsi contro l’influenza stagionale, per varie motivazioni (timore della malattia, viaggi, lavoro ecc.), il vaccino stagionale è disponibile presso le farmacie e va somministrato nel periodo autunnale, da metà ottobre fino alla fine di dicembre.

Comments are closed.