SALUTE. Influenza suina, l’Ue discute la sospensione dei voli con il Messico

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha innalzato il livello d’allarme sull’influenza suina da 4 a 5 e a Lussemburgo è iniziato il Consiglio straordinario dei Ministri della salute dell’Ue, convocato per fare il punto della situazione e per predisporre una strategia comune di contrasto alla possibile epidemia.

Prima di tutto la Commissione Ue ha deciso di chiamarla "influenza da H1N1", dal nome del virus che la provoca. Dei 19 casi confermati di contagio in Europa soltanto uno, in Spagna, non è legato ad un viaggio in Messico. Tutti gli altri casi, 9 casi in Spagna, 5 nel Regno Unito, 3 in Germania e uno in Austria, hanno, anche in passato, un viaggio in Messico. La gente viene contagiata dal virus H1N1 nello stesso modo in cui viene contagiata dal virus dell’influenza di stagione. Si trasmette attraverso tosse e starnuti e i sintomi dell’influenza da H1N1 sono simili a quelli dell’influenza di stagione: febbre, difficoltà respiratorie e possibile diarrea.

I Ministri Ue stanno discutendo sulla questione delle possibili restrizioni nei viaggi verso il Messico. La Francia ha chiesto la sospensione dei collegamenti aerei con il Messico, ma la decisione verrà presa dai 27 Ministri dei Trasporti, dopo la giornata di oggi. L’Italia sostiene la necessità di costituire uno stock comunitario di vaccini e di farmaci antivirali da far gestire ad un gruppo di esperti ad hoc.

Comments are closed.