SALUTE. Inquinamento e malattie, i medici propongono documento sulla tutela dei cittadini

L’inquinamento atmosferico urbano e gli stili di vita sono fortemente correlati allo stato di salute degli italiani. Un fenomeno, questo, su cui sono invitati a riflettere i medici e tutti i cittadini. FNOM CeO (Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri) e ISDE Italia (International Society of Doctors for the Environment -) hanno messo a punto un documento in cui si evidenziano il legame tra inquinamento e malattia e le possibili iniziative da intraprendere. La proposta è di far sottoscrivere il testo dai medici presso gli ordini provinciali.

L’inquinamento ambientale urbano – si legge nel documento – è responsabile di effetti nocivi sull’apparato respiratorio e cardiovascolare, di effetti oncogeni e dell’aumento della mortalità generale. I principali studi condotti in Europa ed U.S.A. sulla correlazione fra inquinamento atmosferico e cancro al polmone sono concordi nel valutare che per ogni 10 µg/m3 di PM 2.5 si registra un incremento tra l’8% ed il 14% di neoplasie polmonari. Si ricorda che l’OMS ha stimato la quota di decessi attribuibili a valori di PM10 oltre 20µg/m3 in 13 città italiane con oltre 200.000 abitanti sulla base dei valori di PM10 registrati negli anni 2002-2004.

PDF: Il documento

Comments are closed.