SALUTE. Insediata Commissione su terapia dolore. Turco: “Garantire qualità e dignità della vita”

Il Ministro della Salute Livia Turco ha insediato questa mattina la "Commissione sulla terapia del dolore, le cure palliative e la dignità del fine vita". La Commissione, coordinata dalla stessa Livia Turco, è composta da 30 membri di diversa estrazione professionale e ha come finalità quella di elaborare un documento di riferimento generale sullo stato dei servizi e delle procedure inerenti la terapia del dolore, le cure palliative e le cure di fine vita. In particolare la Commissione dovrà evidenziare gli eventuali elementi di criticità e le priorità sulle quali deve essere posta una particolare attenzione dalle istituzioni interessate per il miglioramento dei servizi e dei protocolli assistenziali nelle diverse realtà del Paese.

"Questa Commissione – ha sottolineato il Ministro Turco – nasce dalla necessità di affrontare subito lo stato dei servizi di assistenza ma anche le procedure, i protocolli e le linee guida riguardanti i modi e la qualità con cui vengono assistiti migliaia di cittadini nelle fasi più dolorose e tragiche della loro esistenza. Oggi si parla tanto, e giustamente, degli aspetti etici legati al fine vita. Si parla invece poco di cosa, in ogni caso e al di là delle proprie convinzioni su eutanasia, testamento biologico e accanimento terapeutico, bisogna fare affinché nessuno sia lasciato solo e senza dignità nelle fasi terminali di una grave malattia ma anche nel decorso drammatico di molte malattie croniche invalidanti.

In Italia abbiamo magnifiche esperienze ma anche troppi ritardi rispetto alla cultura della lotta al dolore e alla stessa umanizzazione delle cure che deve consentire un approccio diverso alla persona e il massimo coinvolgimento possibile dei familiari ai quali va garantito un costante supporto assistenziale per tutta la durata della malattia. Non solo negli ambiti strettamente medico-sanitari ma anche per quelli assistenziali e di vero e proprio sostegno nella gestione della persona malata in condizioni terminali o gravemente degenerative".

La Commissione, per i cui membri non è previsto alcun compenso, si legge dalla nota resterà in carica un anno ma il documento programmatico, che sarà oggetto di confronto con le Regioni, sarà predisposto entro la prossima primavera al fine di accelerare l’avvio di iniziative concrete di implementazione della qualità dei servizi preposti alla dignità e alla qualità della vita anche nelle sue fasi terminali.

La Commissione si muoverà su 8 direttrici:
1. predisposizione delle linee per la stesura di un "Piano nazionale per le cure palliative";
2. aggiornamento del documento "Ospedale senza dolore" finalizzato a far sì che in tutti gli ospedali siano promossi protocolli di monitoraggio e attenzione alle dinamiche del dolore sofferto dai pazienti durante le degenze;
3. piani di formazione e aggiornamento specifici per gli operatori;
4. analisi dello stato dei servizi e delle procedure per l’assistenza ai pazienti in stato vegetativo;
5. sviluppo di linee guida per la promozione della dignità dei pazienti in condizioni gravissime o di fine vita;
6. avvio di un’indagine sulla qualità negli ospedali e nelle residenze sempre in riferimento ai servizi e alle modalità assistenziali nelle fasi terminali della vita;
7. verifica dello stato dei servizi e delle modalità assistenziali nell’area pediatrica sempre in relazione a patologie gravi e all’attenzione da porre alla lotta al dolore dei bambini;
8. umanizzazione delle terapie intensive avviando la formulazione di linee guida specifiche che prevedano modalità finalizzate al massimo coinvolgimento possibile dei familiari nei reparti di terapia intensiva.

Di seguito l’elenco dei membri della Commisione:
Coordinatore: Livia Turco, Ministro della Salute;
Vicecoordinatore: Stefano Inglese, Consigliere del Ministro;
Membri:
Adriano Amadei, Cittadinanzattiva; Franca Benini, Responsabile Terapia Antalgica, Dipartimento di Pediatria, Università degli Studi Padova; Oscar Bertetto, Ospedale Le Molinette, Torino; Claudio Blengini, SIMMG; Paolo Busoni, U. O. Anestesia e Rianimazione Ospedale Meyer, Firenze; Giuseppe Caminiti, già componente della Camera dei Deputati; Augusto Caraceni, Direttore Hospice Istituto Tumori, Milano; Claudio Cartoni, Responsabile Unità di Cure Palliative Ematologia, Policlinico Umberto I, Roma; Cesare Catananti, Direttore sanitario Policlinico Gemelli, Roma; Oscar Corli, Responsabile U.O. Cure Palliative, P.O. V. Buzzi, Milano; Carlo De Fanti, Primario Neurologo Emerito, Ospedale Cà Niguarda, Milano; Fulvio De Nigris, Associazione "Amici di Luca", Bologna; Francesca Floriani, Fondazione Floriani, Milano; Luciano Gattinoni, Presidente Società Italiana di Anestesia e Rianimazione; Franco Enriquet, Fondazione Gigi Ghirotti; Roberto La Bianca, Presidente Fondazione AIOM; Domenico Maurizi, Responsabile Unità di Cure Palliative ASL 8, Arezzo; Pietro Nisii, Professore emerito di Anestesiologia e Rianimazione, Roma; Filippo Palumbo, Direttore Generale Programmazione Sanitaria, Ministero della Salute; Pier Luigi Petrini, già componente del Senato della Repubblica; Valerio Pocar, Professore di Sociologia del Diritto nell’Università degli Studi di Milano – Bicocca, presidente della Consulta di Bioetica, membro del Comitato Etico della Fondazione Floriani e dell’Istituto Neurologico "C. Besta" di Milano; Amedeo Santosuosso, Magistrato presso la Corte di appello di Milano e docente presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Pavia; Sandro Spinsanti, bioeticista, Roma; Marco Spizzichino, Direzione della Programmazione Sanitaria, Ministero della Salute; Giorgio Trizzino, Palliativista, Direttore Unità Operativa Cure Palliative – Hospice, Palermo; Giustino Varrassi, Presidente AISD, Associazione Italiana per lo Studio del Dolore e Presidente EFIC, Federazione Europea delle Associazioni per lo Studio del Dolore; Giovanni Zaninetta, Responsabile Medico Hospice Domus Salutis, Brescia; Furio Zucco, Presidente SICP(Società Italiana di Cure Palliative).

 

 

 

Comments are closed.