SALUTE. “Insegnamento di frutta” per 352 mila alunni italiani

In questi giorni 325 mila ragazzi di 1.700 scuole elementari ubicate in 8 regioni italiane e 2 province autonome (Bolzano, Trento, il Veneto, il Friuli Venezia Giulia, l’Emilia Romagna, la Liguria, la Toscana, l’Umbria, il Lazio, la Sardegna) ricevono confezioni di frutta da degustare nella loro mattinata scolastica. La distribuzione rappresenta l’attuazione di due dei cinque lotti del grande progetto "Frutta nelle scuole – Nutrirsi bene, un insegnamento che frutta" condotto in collaborazione tra l’Unione Europea e il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Nel nostro Paese il progetto è curato da Apofruit Italia.

Le consegne ai ragazzi avverranno lontano dai pasti poiché la "merenda" a base di frutta non è considerata sostitutiva del pranzo e deve coincidere con un momento educativo specifico. Per ogni ragazzo sono previste venti somministrazioni di almeno 150 grammi di frutta a produzione biologica e integrata già pronta al consumo. Oltreché frutta fresca intera verrà distribuita frutta già sbucciata, tagliata e pronta al consumo in confezioni monodose: in tutto quasi 7 milioni di unità per un totale di circa 1 milione di chilogrammi. Verranno distribuite mele, kiwi e arance intere, mele tagliate in vaschetta, fragole e pere.
L’azione si svolgerà nei tre mesi da marzo a maggio 2010.

Info: www.fruttanellescuole.gov.it

Comments are closed.