SALUTE. L’australiana continua a fare vittime: oltre 500mila italiani colpiti dal virus

L’australiana mantiene intatta la sua forza. Anche nell’ultima settimana sono stati 500.000 gli italiani colpiti dal virus. Invariati i giorni di malattia prescritti. Quasi un paziente su tre ha ricevuto un ciclo di antibiotico in seguito a una complicanza batterica conseguente a influenza o a una malattia respiratoria acuta. Nonostante l’incidenza del virus sia stabile (7,7 casi ogni mille abitanti), il numero di visite domiciliari da parte dei medici di famiglia per assistere i malati con influenza o sindromi influenzali è in lieve aumento (+5%).

"I dati che settimanalmente elaboriamo – spiega il dott. Claudio Cricelli, presidente della Società Italiana di Medicina Generale – ci indicano con evidenza abbiamo raggiunto il picco di incidenza, previsto per la metà di febbraio e che è in atto una leggera ma percepibile diminuzione dei nuovi casi".

"Con il nostro progetto ‘Health Search/Italia, come stai?‘ non solo siamo in grado di fornire con tempestività informazioni sull’evoluzione della patologia, i cui dati peraltro sono già tenuti sotto osservazione dalla rete Influnet, ma verifichiamo anche capillarmente le complicanze e lo stato di salute della popolazione italiana nel corso del periodo influenzale, il numero di indagini diagnostiche effettuate, i trattamenti terapeutici prescritti, le assenze dal lavoro causate dalla malattia e i ricoveri ospedalieri richiesti".

Comments are closed.