SALUTE. Lazio, dal primo ottobre l’assistenza sanitaria ai detenuti passa alla Regione

Dal prossimo primo ottobre l’assistenza sanitaria nelle carceri del Lazio sarò gestita dalla Regione. Il passaggio delle competenze sulle prestazioni sanitaria ai detenuti del Lazio (a oggi, secondo il presidente della Regione Piero Marrazzo, sono 5.359) dal Ministero di Grazia e Giustizia alla Regione era previsto dal decreto ministeriale n. 126 del 2008.

"Senza l’impegno della Regione – ha detto il Garante dei diritti dei detenuti Angiolo Marroni – dal primo ottobre i detenuti delle carceri del Lazio rischiavano di trovarsi senza assistenza sanitaria. Il trasferimento alle Asl dell’assistenza sanitaria non era più rinviabile. L’esperienza ha, infatti, dimostrato che quello alla salute è uno dei diritti più vilipesi in carcere, non per cattiva volontà degli operatori, ma per la oggettive carenze di personale, strutture e fondi. Oggi, grazie all’impegno della Regione, siamo davanti ad una importante affermazione del diritto alla salute anche in carcere".

Comments are closed.