SALUTE. Le 11 cose che farà l’Ue nei prossimi mesi per la salute dei cittadini

"L’Europa per i pazienti" è la nuova campagna europea lanciata oggi dalla Commissaria alla Salute Androulla Vassiliou. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di creare un’assistenza sanitaria migliore per tutti, almeno all’interno dell’Ue e le azioni previste mirano a sensibilizzare i cittadini sulla donazione degli organi, sulla prevenzione del cancro, sulla vaccinazione per i bambini e sull’uso degli antibiotici.

"Questa è molto di più di una campagna di informazione – ha sottolineato Vassiliou – Lo scopo è quello di ottenere un tangibile contesto di comprensione attorno alle varie politiche di prevenzione e sicurezza sanitaria che intendiamo adottare".

Le iniziative previste, che prenderanno il via nei prossimi 6-9 mesi, sono 11:

  1. Direttiva sull’applicazione dei diritti dei pazienti nell’assistenza sanitaria transfrontaliera: la Commissione Ue ha proposto, all’interno della nuova agenda sociale, di introdurre una norma chiara e unica sulla possibilità di farsi curare all’estero, poiché attualmente le regole che presiedono all’assistenza sanitaria transfrontaliera e al rimborso dei relativi costi non sono sempre chiare e facilmente comprensibili. La proposta chiarirà inoltre chi è responsabile della qualità e della sicurezza dell’assistenza quando sono coinvolti più paesi e rafforzerà la collaborazione in diversi settori, come i centri di riferimento per cure e trattamenti specializzati.
  2. Azione europea nel settore delle malattie rare: gli Stati membri devono, tutti, garantire in modo efficace ed efficiente riconoscimento, prevenzione, diagnosi, trattamento, assistenza e ricerca in tema di malattie rare in Europa.
  3. Libro verde sul personale sanitario europeo: un Libro che si sofferma sui problemi e suggerisce le soluzioni sollevando una serie di domande cui tutti sono invitati a rispondere.
  4. Comunicazione della Commissione e raccomandazione del Consiglio sulla sicurezza dei pazienti e la qualità dei servizi sanitari, compresi la prevenzione e il controllo delle infezioni nosocomiali: ogni anno milioni di pazienti europei subiscono danni dovuti a errori sanitari, comprese le infezioni ospedaliere, e vi sono anche alcuni casi di morte. Molti di questi danni sono evitabili, e per questo la Commissione presenterà una comunicazione e una proposta di raccomandazione del Consiglio sulla sicurezza dei pazienti e la qualità dei servizi sanitari, in modo da affrontare i problemi generali connessi e da introdurre provvedimenti specifici per la prevenzione e il controllo delle infezioni nosocomiali.
  5. Proposta di direttiva che stabilisce norme di qualità e di sicurezza per gli organi umani destinati al trapianto; piano d’azione sulla donazione e il trapianto di organi (2009-2015) per una più intensa collaborazione fra gli Stati membri.
  6. Piattaforma europea contro il cancro: la Commissione Ue intende stabilire un quadro per l’individuazione e lo scambio di informazioni, competenze e qualifiche relative alla prevenzione e al controllo dei tumori.
  7. Relazione sull’attuazione della raccomandazione del 2003 sullo screening dei tumori: la Commissione Ue verificherà in che misura funzionano davvero i provvedimenti proposti e valuterà se procedere a ulteriori interventi.
  8. Raccomandazione del Consiglio sulla vaccinazione contro l’influenza stagionale: la Commissione Ue ha l’obiettivo di aumentare l’uso del vaccino contro l’influenza stagionale, stimolando così un aumento delle capacità produttive.
  9. Giornata europea di informazione sugli antibiotici, che si terrà per la prima volta il 18 novembre 2008, sarà gestita dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) e diventerà un evento annuale di sensibilizzazione. Tra le strategie suggerite agli Stati membri per promuovere l’uso prudente degli antibiotici, ci sono sorveglianza della resistenza antimicrobica, l’istruzione, la formazione e la ricerca.
  10. Prima conferenza tematica sulla salute mentale, basata sul Patto per la salute mentale sottoscritto a giugno 2008.
  11. Raccomandazione del Consiglio sugli aspetti transfrontalieri della vaccinazione dei bambini: quest’iniziativa vuole stabilire un calendario d’immunizzazione che consenta di passare agevolmente da un programma nazionale all’altro. Intende inoltre stimolare un impegno politico concreto da parte degli Stati membri a intensificare gli sforzi per aumentare e mantenere un’elevata copertura nella vaccinazione dei bambini contro le malattie prioritarie.

La Commissaria Ue ha infine annunciato l’apertura del nuovo sito web dell’Agenzia esecutiva per la salute e i consumatori, dove i cittadini potranno trovare tutte le informazioni e gli aggiornamenti sulla politica comunitaria per la sanità pubblica.

Comments are closed.