SALUTE. Liberi Farmacisti: vendita medicinali senza ricetta è comportamento generalizzato

Numerose farmacie consegnano farmaci senza prescrizione medica. E il problema non riguarda solo farmaci per patologie croniche ma anche medicinali come antidepressivi e antibiotici, il cui uso deve essere monitorato dal medico. Il Movimento Nazionale Liberi Farmacisti denuncia che quanto descritto recentemente dal programma televisivo "Striscia la notizia" riguarda comportamenti non circoscritti ma "generalizzati".

Nella puntata di Striscia la notizia, afferma il MNLF, "a seguito della denuncia di un medico, è emerso ciò che da tempo tutti sanno: numerose farmacie consegnano farmaci senza la dovuta prescrizione medica". Da qui la denuncia dei Liberi Farmacisti: il problema dei farmaci consegnati senza ricetta medica "non è un caso
circoscritto ad alcuni episodi, ma esteso su tutto il territorio nazionale. Esso non si limita solo a farmaci per la cura di patologie croniche, ma riguarda la consegna senza ricetta d’ansiolitici, antidepressivi, antinfiammatori, antibiotici ecc.; tutti farmaci il cui uso deve essere costantemente monitorato dal medico".

"Sono anni- afferma il MNLF – che quest’organizzazione denuncia tali comportamenti e sottopone all’attenzione delle Istituzioni il "condizionamento ambientale" a cui è sottoposto il personale laureato che opera nelle farmacie, costretto da un modo di fare ormai diventato consuetudine a violare la legge". Da qui l’appello: bisogna "ricostruire le fondamenta di una professione che rischia di perdere il proprio ruolo all’interno della società".

Comments are closed.