SALUTE. MDC Agrigento: trovare risorse per la sanità dove ci sono sprechi

I cittadini denunciano che i ticket sanitari sono aumentati. E il Movimento Difesa del Cittadino di Agrigento si rivolge all’assessore alla Sanità della Regione Sicilia, Roberto Lagalla, chiedendo di reperire le risorse per la sanità laddove ci sono sprechi, nelle "varie convenzioni inutili" e "nei compensi ai vari manager".

"Abbiamo ricevuto – afferma infatti il Presidente Provinciale di MDC Agrigento Pippo Spataro – e continuiamo a ricevere parecchie telefonate di vibrata protesta da parte di cittadini che hanno appreso con grande sorpresa e amarezza che i ticket sanitari sono aumentati, in alcuni casi si sono più che raddoppiati". Secondo MDC Agrigento, " un cittadino che avesse bisogno di due antibiotici regolarmente in terapia e di due coadiuvanti di ultima generazione che superino il costo di 25 euro deve sborsare 18 euro, pari a 36 mila lire, mentre prima avrebbe pagato solamente 8 euro, pari a 16 mila lire".

Da qui l’appello all’assessore regionale alla Sanità: "noi siamo sicuramente per il risanamento della sanità, ma riteniamo che questo non passa sulla salute dei cittadini – afferma Spataro – Questo aumento va a colpire tutti ma in particolare i ceti più deboli economicamente, ancor di più, coloro che vivono di un solo reddito, il pensionato, gli anziani, insomma la gente che non riesce a sbarcare il lunario giorno per giorno, che si rivolge alle finanziarie indebitandosi ancor di più". Da qui l’appello all’assessore regionale a "trovare le economie per la sanità là dove vi sono continui sprechi, nelle varie convenzioni inutili e comode, nella riorganizzazione e nell’economia del lavoro, nei compensi ai vari manager, e non sulla salute della povera gente, dando cosi un segnale di buona volontà e di giustizia sociale".

Comments are closed.