SALUTE. Manovra, è partito il ticket sulla sanità. Si spaccano le regioni

I ticket di 10 euro sulla specialistica e la diagnostica e di 25 euro sui codici bianchi al pronto soccorso – peraltro già presente in molte regioni ad eccezione della Basilicata, dove sono partiti ieri – stanno dividendo le regioni italiane, con un "fronte del no" che tende ad ampliarsi per cercare di trovare fonti alternative ed evitare una tassa che grava, di fatto, sulle fasce più deboli della popolazione, su anziani e malati, con una ripartizione lineare uguale per tutti e non proporzionale ai redditi. Hanno deciso di congelare il provvedimento Piemonte, Veneto, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta, Trentino Alto Adige (solo per i codici bianchi), Emilia Romagna e Sardegna.

Si partiva ieri. Il pagamento è iniziato in diverse regioni fra le quali il Lazio, dove il ticket all’inizio è stato introdotto a macchia di leopardo in alcune Asl, il governatore regionale Renata Polverini ha detto che sta valutando l’innalzamento delle fasce di esenzione ma il tutto è condizionato dal fatto che proprio il Lazio è una delle regioni sottoposte ai piani di rientro insieme a Piemonte, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia.

Dai consumatori e dalle associazioni di tutela dei cittadini naturalmente arrivano bordate al provvedimento introdotto dalla manovra. Ieri per esempio, proprio nel Lazio, il Tribunale per il diritti del malato ha denunciato la discrepanza fra le parole del governatore e l’introduzione del ticket. "Mentre la presidente Polverini ci dice che sta lavorando per aumentare le fasce degli esenti del ticket di 10 euro, e questo lo abbiamo apprezzato particolarmente, veniamo a conoscenza che la LAIT, azienda della regione che gestisce i sistemi informatici ha già adeguato il sistema per riscuotere i 10 euro in più – ha detto Giuseppe Scaramuzza, segretario regionale di Cittadinanzattiva- Tribunale per i diritti del malato – Quello che sta avvenendo è una cosa gravissima. Gli uffici della regione vanno per conto loro mentre la presidente Polverini cerca di porre rimedio a questa manovra finanziaria iniqua. Chiediamo alla presidente di intervenire immediatamente".

Comments are closed.