SALUTE. Martini: “Sarà obbligatorio il guinzaglio per tutti i cani”

Tutti al guinzaglio! Anche i cani di piccola taglia. E’ quanto anticipato dal sottosegretario alla Salute Francesca Martini che oggi, a margine della presentazione del progetto anti-obesità infantile "Okkio alla salute", ha annunciato alcune delle misure che saranno contenute nella nuova ordinanza sui cani pericolosi. Tra le altre, sarà affermato il principio della responsabilità del padrone e si valuterà anche l’uso della museruola.

"Sono giorni di ascolto" per il sottosegretario alla Salute che in questi giorni sta consultando associazioni, veterinari privati e pubblici e chiunque voglia dare il suo contributo alla discussione. A gennaio infatti scadrà la precedente ordinanza della Turco definita dalla Martini "non particolarmente efficace, visti anche certi casi di cronaca".

Nella nuova ordinanza sarà senz’altro obbligatorio il guinzaglio per tutti i cani, anche per quelli considerati più docili. Per quel che riguarda l’uso della museruola verranno valutati nuovi criteri di adozione, legati, indeterminati casi, alla reattività dell’animale".

"Dopo le consultazioni – ha precisato Martini – e sicuramente prima di Natale, emetteremo una nuova ordinanza. Il principio guida sarà certamente quello della responsabilità da parte di chi possiede il cane, come peraltro ribadito da una recente sentenza della Cassazione. Dovranno essere evitati certi tipi di addestramento, che noi sappiamo essere ampiamente praticati ancora oggi, tesi a stimolare l’aggressività degli animali".

Per quanto riguarda il tema del randagismo, dopo l’aggressione che a Benevento ha portato alla morte di un bambino di 9 anni, il sottosegretario Martini ha ricordato che la responsabilità dell’applicazione delle norme che già esistono spetta ai sindaci e ai presidenti delle Regioni.

Comments are closed.